Oysho e la sua linea di intimo dedicata alle donne con i rotolini e la cellulite

Da qualche tempo a questa parte si dà spazio a donne di ogni tipo: dalle curvy a quelle con la pelle scura, fino ad arrivare a quelle con il pancione

La moda sta diventando sempre più inclusiva. Soddisfa così le esigenze del pubblico che si era stancato di vedere in passerella e nei negozi solo abiti e accessori per modelle dal corpo magrissimo e muscoloso. Sono sempre di più i brand che si stanno adattando a questo cambiamento sociale, aprendosi alla normalità. E’ proprio per questo che da qualche tempo a questa parte si dà spazio a donne di ogni tipo. Dalle curvy a quelle con la pelle scura, fino ad arrivare a quelle con il pancione.

Portraits, la linea di lingerie inclusiva di Oysho

L’ultimo ad aver messo in atto questa piccola rivoluzione è Oysho, che ha lanciato una collezione di lingerie per tutte le taglie e per tutti i colori di pelle, dicendo addio alle modelle perfette con un corpo impeccabile, gli occhi azzurri e i capelli biondi. L’obiettivo? Celebrare la bellezza femminile in ogni forma, a prescindere dalle possibili piccole imperfezioni, dando prova del fatto che non bisogna sentirsi “diverse” a causa della pancetta, delle smagliature o della cellulite, tutti dettagli assolutamente “normali”.

Si chiama Portraits ed è la nuova linea di lingerie firmata Oysho che celebra la normalità. Il nome significa “ritratti” e fa riferimento alle infinite sfumature di donna, di ritratti femminili, che il brand di intimo low-cost vuole interpretare, proponendo una vasta gamma di taglie e di tonalità. Non è un caso che per la campagna pubblicitaria non solo abbia scelto di dire addio Photoshop ma abbia anche dato spazio a delle modelle “normali” che non hanno paura di mettere in mostra i rotolini sulla pancia, il seno abbondante, le smagliature, la pelle scura o i segni della gravidanza.

La collezione propone bralette in pizzo, camicie da notte di raso, reggiseni sensuali, tutto in nuance nude che vanno dal cioccolato al cipria, in maniera tale da adeguarsi a ogni carnagione. Quali sono i prezzi? Partono dai 4,99 euro e arrivano al massimo ai 14,99 euro, dunque delle cifre abbastanza democratiche. Oysho ha tentato così di soddisfare le esigenze delle clienti che da tempo chiedevano una moda più inclusiva, non sentendosi più rappresentate dagli stereotipi di bellezza irraggiungibili che fino a qualche tempo fa spopolavano in passerella e sui cartelloni pubblicitari.

Body Positive Catwalk, la modella Laura Brioschi con Lisca per dire no alla discriminazione

 

Avatar

Scritto da Erika Barone

Salma Hayek quando ha ricevuto la chiamata di Meghan Markle: «Ho pensato che fosse uno scherzo»

Salma Hayek quando ha ricevuto la chiamata di Meghan Markle: «Ho pensato che fosse uno scherzo»

Occhiali da sole, la tendenza si sposa con il lusso nell’estate 2019