Oscar 2014, i look più belli

Il red carpet più prestigioso

Dopo aver applaudito tutti i vincitori degli Oscar 2014, in primis il nostro Paolo Sorrentino, è giunta l’ora di focalizzarci sull’altro motivo d’interesse della Notte delle stelle: il red carpet.

Il trend visto sul tappeto rosso più prestigioso dell’anno è, anche per l’86esima edizione della cerimonia, l’opulenza con trasparenze e dettagli gold e silver in tutte le sue declinazioni.

Davanti al Dolby Theatre di Los Angeles, hanno letteralmente brillato Angelina Jolie, Elsa Pataky e Pink in Elie Saab, Jennifer Garner con un look metallic-chic dal sapore vintage firmato Oscar de la Renta, e la splendida Jessica Biel in Chanel Couture.

Il colore più gettonato senza dubbio è stato il rosa pallido, scelto da Penelope Cruz, eterea con un Giambattista Valli monospalla con cintura nera in vita, Camila Alves, moglie del trionfatore della serata Matthew McConaughey, con un abito morbidissimo di Gabriela Cadena, e Laura Dern, candida in Alberta Ferretti.

In rosa anche Lady Gaga, Kate Hudson e Jada Pinkett Smith: per tutte e tre abiti a sirena firmati Atelier Versace.

Passando alle vincitrici, Cate Blanchett ha optato per un abito Armani Privè color cipria con applicazioni d’ispirazione floreale, mentre la giovanissima Lupita Nyong’o ha lasciato tutti a bocca aperta con un vestito di georgette di seta azzurra con profonda scollatura griffato Prada.

Il nero non può mai mancare in un red carpet che si rispetti: bellissime Anne Hathaway con un abito lungo in seta con corpetto interamente ricamato in cristalli by Gucci, Margot Robbie, in Saint Laurent con applicazioni preziose e brillanti e Olivia Wilde, che he avvolto le sue forme da futura mamma in un divino Valentino dal collo alto con uno spacco bianco sul retro e un fiocco bon ton sulla nuca.

Senza dimenticare Julia Roberts, che ha indossato un abito nero a peplo in pizzo chantilly con baschina in pizzo applicata e sandali in suède con chiusura a dente di squalo realizzati appositamente per lei da Riccardo Tisci per Givenchy Haute Couture.

Splendida con il pancione anche Kerry Washington, che per il tappeto più prestigioso dell’anno ha indossato un Jason Wu di raso color ametista con spacco laterale e un dettaglio prezioso sul corpetto.

Look mannish per la presentatrice della serata, Ellen De Generees, che ha sfoggiato diversi completi di Saint Laurent e per Helen Lasichanh, moglie di Pharrell Williams con un tailler pantalone di Lanvin.

Hanno optato per il blu, Amy Adams, nominata come Miglior Attrice per la sua interpretazione in American Hustle, che ha indossato un abito lungo Gucci Première in seta blu zaffiro con strascico e Sandra Bullock in Alexander McQueen.

Degne di nota anche le muse di Dior: Jennifer Lawrence, che anche quest’anno è stata protagonista di una caduta sul tappeto rosso forse per le scarpe Brian Atwood dal tacco vertiginoso, ha indossato un abito rosso a peplo senza spalline della collezione couture, mentre Charlize Theron ha scelto un look a sirena con spalline trasparenti total black.

Per quanto riguarda i maschietti, ecco Michael Fassbender e Bradley Cooper in Tom Ford, Matthew McConaughey e Christian Bale in Dolce&Gabbana mentre Sorrentino, Scorsese e DiCaprio hanno scelto Armani; i registi più acclamati della serata, inveìce, Alfonso Cuaron e Steve McQueen, hanno scelto Prada, Jared Leto in Saint Laurent.

Channing Tatum, che ha presentato uno dei premi, ha indossato un tuxedo nero a un bottone con revers a lancia, camicia bianca, fascia da smoking e papillon neri e scarpe allacciate in pelle nera di Gucci, maison scelta anche da Chris Evans.

Nella nostra gallery anche Louise Roe in Pronovias, Emma Watson in Vera Wang, Anna Kendrick in J Mendel, Calista Flockhart in Andrew Gn, Jenna Dewan-Tatum in Reem Acra, Naomi Watts in Calvin Klein Collection, Chrissy Teigen in Monique Lhullier, Kristen Bell in Roberto Cavalli, Viola Davis in Escada, Kelly Osbourne in Badgley Mischka, Portia de Rossi in Naeem Khan, Glenn Close in Zac Posen e Meryl Streep in Lanvin.

Written by Monica

NH Hotels per il rugby

BMW Serie 2 Coupé, lusso al volante