Oscar 2013, trionfa Argo

Monica
25/02/2013

Ieri sera a Los Angeles si sono tenuti gli Oscar 2013: Argo di Ben Affleck è il Miglior Film, Daniel Day Lewis e Jennifer Lawrence miglor attori protagonisti

Oscar 2013, trionfa Argo

Tutti i vincitori

”Sono onorata di introdurre i candidati per il miglior film e aiutare a celebrare opere che sollevano lo spirito, che ampliano la mente e ci trasportano in posti che non avevamo mai immaginato. Questi nove film ci hanno portato indietro nel tempo e in giro per il mondo. Ci hanno fatto ridere, piangere e ci hanno fatto stringere un po’ più forte i braccioli della nostra poltrona. Ci hanno insegnato anche che l’amore può vincere contro tutto, ci hanno ricordato, che possiamo superare ogni ostacolo se andiamo nel profondo e combattiamo abbastanza duramente per trovare il coraggio dentro noi stessi. E’ attraverso il cinema che i nostri bambini imparano ad allargare la loro immaginazione e a sognare un po’ più in grande e ad impegnarsi ogni giorno per raggiungere i loro sogni”.

Con queste parole, Michelle Obama, in diretta dalla Casa Bianca, ha annunciato la statuetta più prestigiosa degli Oscar 2013.

E’ “Argo” il Miglior Film dell’anno secondo l’Academy: Ben Affleck, dopo aver sbancato i Golden Globe, i SAG Awards e i Bafta, trionfa anche nella Notte delle Stelle al Dolby Theatre di Los Angeles, portandosi a casa anche i riconoscimenti per la sceneggiatura non originale e il montaggio.

La vera sorpresa della 85esima edizione degli Oscar però è stata “Vita di Pi” di Ang Lee, che si è aggiudicata quattro premi tra cui miglior regia; e poi, fotografia, effetti speciali e soundtrack, a discapito di Mario Marianelli, unico italiano in corsa per la statuetta con la colonna sonora originale di “Anna Karenina”, il film diretto da Joe Wright e interpretato da Keira Knightley e Jude Law.

Grandissima delusione per Spielberg e il suo “Lincoln”: forte delle sue 12 nomination era considerato il favorito della kermesse, ma si è dovuto accontentare solo di due statuette, tra cui, come da previsioni della vigilia, l’Oscar come migliore attore a Daniel Day Lewis per la sua straordinaria interpretazione del Presidente americano.

L’attore inglese, che ha ricevuto il riconoscimento direttamente dalle mani di Meryl Streep, è entrato così nella storia, diventando l’unico interprete maschile ad aver vinto tre statuette come miglior protagonista.

Katharine Hepburn, infatti, ha vinto quattro Oscar come attrice protagonista, mentre Jack Nicholson, Meryl Streep, Ingrid Bergman e Walter Brennan hanno collezionato tre Academy Award ma sommando interpretazioni da attori protagonisti e non protagonisti.

Daniel Day Lewis trionfa agli Oscar 2013

Sempre seguendo i pronostici, l’Oscar per migliore attrice protagonista è andato a Jennifer Lawrence per “Il lato positivo”, che un po’ per l’emozione e un po’ per l’abito voluminoso, è inciampata mentre raggiungeva il palco per ritirare la statuetta.

Pluripremiato anche l’altro favorito della vigilia “Les Miserables”, che ha ricevuto tre riconoscimenti: miglior trucco, sonoro e attrice non protagonista andata a una commossa Anne Hathaway.

L’Oscar per il migliore attore non protagonista invece è andato, per la seconda volta in tre anni, e sempre grazie a un film di Tarantino, a Christoph Waltz, per “Django Unchained”, che se lo era già aggiudicato per “Bastardi senza gloria” dello stesso regista.

A Quentin Tarantino è andato anche l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale.

Come da copione, Adele con Skyfall, si è aggiudicata  la statuetta per la miglior canzone.

Il Migliore film d’animazione è “Brave”, mentre l’Oscar per il Migliore film straniero è andato all’austriaco “Amour”, in corsa anche per Miglior Film.

“Zero Dark Thirty” della Bigelow, primeggia solo nella categoria del montaggio sonoro, mentre “Re della terra selvaggia”, una delle grandi rivelazioni della stagione cinematografica, resta a bocca asciutta.

Anche tanto spettacolo al Dolby Theatre, a partire dall’omaggio a “Chicago” di Catherine Zeta-Jones, fino all’esibizione al completo del cast de “Les Miserables”, passando per la performance di Shirley Bassey che per celebrare i 50 anni cinetografici di 007 ha intonato il tema-cult di “Goldfinger”.

Ecco tutti i premi :
Miglior film: Argo di Ben Affleck
Migliore attrice protagonista: Jennifer Lawrence per Il lato positivo
Miglior attore protagonista: Daniel Day-Lewis per Lincoln
Migliore attrice non protagonista: Anne Hathaway per Les Misèrables
Migliore attore non protagonista: Christoph Waltz per Django Unchained
Miglior regista: Ang Lee per Vita di Pi
Migliore sceneggiatura originale: Quentin Tarantino per Django Unchained
Migliore sceneggiatura non originale: Chris Terrio per Argo
Miglior film in lingua straniera: Amour (Austria)
Miglior film d’animazione: Ribelle – The Brave di Mark Andrews e Brenda Chapman
Miglior fotografia: Claudio Miranda (Vita di Pi)
Migliori effetti speciali: Bill Westenhofer, Guillaume Rocheron, Erik-Jan De Boer e Donald R. Elliott (Vita di Pi)
Migliori costumi: Jacqueline Durran (Anna Karenina )
Miglior montaggio: William Goldenberg (Argo)
Miglior sonoro: Andy Nelson, Mark Paterson e Simon Hayes (Les Misérables)
Miglior montaggio sonoro: Per Hallberg e Karen Baker Landers (Skyfall) e Paul N.J. Ottosson (Zero Dark Thirty)
Migliori trucco e acconciatura: Lisa Westcott e Julie Dartnell (Les Misérables)
Migliore colonna sonora: Mychael Danna (Vita di Pi)
Miglior canzone originale: Adele Adkins e Paul Epworth (Skyfall)
Miglior scenografia: Rick Carter e Jim Erickson (Lincoln)
Miglior cortometraggio: Curfew di Shawn Christensen
Miglior cortometraggio animato: Paperman di John Kahrs
Migliore documentario: Searching for Sugar Man di Malik Bendjelloul e Simon Chinn
Migliore cortometraggio documentario: Inocente di Sean Fine e Andrea Nix Fine