Olive: preludio di finger food

Viaggio con Congusto al sapore Mediterraneo Cos’è un Martini Cocktail senza la sua oliva verde appoggiata sul fondo del bicchiere? Dove sarebbe quel tocco di classe condensato in un frutto così piccolo?
Il mondo cinematografico è pieno di rimandi ai personaggi famosi, entrati nell’immaginario comune con il bicchiere di Martini Cocktail in mano e l’oliva verde sullo stuzzicadenti.
Johnny Carson, presentatore del famoso programma statunitense Tonight Show per trent’anni, riassume così la sua passione: “Felicità è trovare due olive nel tuo Martini, quando sei affamato”.
Proprio negli anni ’60 e ’70, le olive hanno vissuto il loro boom per poi avere un calo di immagine poco dopo. Ora, invece, stanno vivendo un grande ritorno, anche grazie all’evoluzione nella cucina e al Finger Food.

Il Finger Food è il cibo in piccole porzioni singole che può essere mangiato senza l’uso delle posate, facendo riscoprire l’importanza del senso del tatto per la percezione delle emozioni e del gusto.
Già gli antichi Romani apprezzavano le caratteristiche del frutto, offrendo l’oliva a inizio pasto per stuzzicare l’appetito. In questo caso, però, vogliamo concentrarci sull’Oliva Ascolana, la ricetta più golosa per un Finger Food stuzzicante.

Negli anni si sono affermate proposte alternative alla ricetta originale, mentre la preparazione classica prevede l’utilizzo di “ascolane tenere” (olive conservate in una salamoia condita con semi di finocchio ed erbe aromatiche), farcite con tre tipi di carne differente (manzo, suino e pollo), formaggio parmigiano, uova, cipolla, carota, sedano e noce moscata; vengono passate nella farina, nell’uovo e quindi nel pane grattugiato. Si friggono immerse in abbondante olio extravergine di oliva. Come per ogni ricetta, anche in questo caso vale la regola numero uno: la qualità delle materie prime impiegate è un must imprescindibile.

Segnalazioni Golose 
Vogliamo darvi alcune segnalazioni golose dove assaporare le migliori Olive Ascolane, nella loro ricetta classica e nelle loro rivisitazioni più originali.

MIGLIORI snc – Ascoli Piceno – tel. 0736.403787 – www.miglioriolive.it

Zè Migliori, testimonial della gastronomia ascolana e delle tradizioni locali, è tornato nelle campagne del territorio a ricercare le mitiche olive ascolane oggi difese dal marchio DOP, a procurarsi personalmente il frutto quasi scomparso, base della famosa ricetta ‘Oliva ascolana del Piceno in salamoia DOP’, integrando la personale produzione del proprio uliveto. L’azienda ascolana non propone le tradizionali olive all’ascolana, ma una fornitura completa di prodotti stuzzicanti: olive ripiene di baccalà, di pesce, di montone, di formaggio, di cereali, alla parmigiana, alla caprese e all’amatriciana. Per soddisfare tutti i palati!

L’ASCOLANA –  Campolungo II Fase – tel 0736.403437 – www.lascolana.com

L’Ascolana ha saputo mantenere invariata, nel corso degli anni, la genuinità delle antiche tradizioni gastronomiche picene, senza peraltro trascurare le esigenze pratiche della cucina moderna. Ed è proprio da questo connubio e da una ricerca mirata di ingredienti migliori e naturali, che nascono i loro prodotti.

FRANTOIO ALBERTO CIPOLLONI – Foligno – tel 0742.311530 – www.cipolloni.com

L’Azienda agraria Cipolloni estende le sue coltivazioni olivicole e viticole sui colli della verde Umbria, nell’area circostante la città di Foligno. Non solo olive e non solo olio. I prodotti del Frantoio Alberto Cipolloni comprendono una vasta gamma: olio extra vergine d’oliva, patè di olive e anche cosmetici. Per sfruttare appieno le proprietà benefiche di questo frutto.

Written by Francesca

Eton, la Diamonds Shirt all’asta

Unicità ed emozione