Olimpiadi 2012, Casa Italia

Un sede di lusso nel cuore di Londra

Mancano ormai meno di 3 settimane all’inizio delle Olimpiadi 2012.

Dopo avervi parlato di alcuni templi del design realizzati per ospitare le competizioni sportive, vi presentiamo la location che accoglierà Casa Italia.

La struttura scelta, The Queen Elizabeth II Conference Centre inaugurata da sua Maestà la Regina nel 1986, vanta una posizione privilegiata proprio nel cuore della City: il Big Ben, l’Abbazia di Westminster e la grande ruota panoramica del London Eye sono i suoi vicini di “casa”.

Vediamo qualche numero di questa prestigiosa sede destinata a diventare il punto di riferimento dell’eccellenza italiana ai Giochi di Londra: 6 piani (3 dei quali aperti al pubblico dalle 12 alle 20), 29 diversi spazi per eventi, 6 mila metri quadrati.

Vista dal ristorante di Casa Italia

Ma scopriamo quello che succederà all’interno dell’edificio dal 27 luglio al 12 agosto 2012.
Nella lounge di Casa Italia verranno proiettate le immagini trasmesse in diretta da Sky mentre al 4° piano saranno ospitati gli studi di Rai, Mediaset e La 7. Non mancherà un ristorante di lusso gestito da True Italian food and wine e guidato da chef stellati: Marta Pulini (la Franceschetta di Modena), Massimo Spigaroli (L’antica Corte Pallavicina, di Polesine Parmense, 1 stella Michelin), Massimo Bottura (La Francescana, Modena, 3 stelle Michelin), Pier Luigi Di Diego (Il Don Giovanni, Ferrara, 1 stella Michelin), Giovanna Guidetti (La Fefa, Finale Emilia). Attenzione particolare sarà riservata alla cucina emiliana, cuore della gastronomia italiana, per dare forza alle aree colpite dal recente terremoto. Dulcis in fundo, sono previsti anche concerti e mostre, con un palinsesto in via di definizione.

Giovanni Petrucci alla presentazione di Casa Italia

Il Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, si è dimostrato soddisfatto del quartier generale tricolore, a soli 10 km dal Villaggio Olimpico: “dobbiamo dire grazie a Carraro, che nel 1984 a Los Angeles ideò la prima Casa Italia, antesignano di quello che nel tempo è stato un percorso copiato da tutti. A Londra avremo una sede prestigiosa, che per la prima volta ospiterà anche il Comitato Paralimpico. Sarà il solito, bellissimo luogo di incontro, dove troveranno spazio aziende straordinarie, atleti, giornalisti: sarà il posto più ambito di tutto lo sport, come ci hanno detto recentemente anche i vertici del CIO, il Presidente Rogge e il Vicepresidente Bach. La promozione fatta grazie a Casa Italia in Tour, riuscitissima, rende il senso di quello che andremo a vivere a Londra. Sarà di supporto ad atleti e tecnici, impegnati nel difficile compito di conquistare medaglie nonostante una concorrenza aumentata in modo esponenziale, anche nel numero di Paesi partecipanti”.

Avatar

Written by Chiara

Hermès in libreria

Estate 2012, i cocktail dell’amore