Nicole Miller primavera estate 2014

New York Fashion Week
Ribellione e sapiente uso del tessuto.

Nicole Miller usa queste due forze opposte e complementari, ricerca di libertà e conoscenza approfondita della tecnica, per costruire la collezione primavera estate 2014 andata in scena durante la New York Fashion Week lo scorso settembre 2013.

Colori e fantasie movimentano capi dal design moderno.
La stilista texana propone una donna elegantemente rock che prende ispirazione dai lussureggianti giardini di Versailles sotto tempesta. “Storming castle” dice lei che sugli abiti si traduce in in un patchwork di labirinti, candelieri e specchi fatti a pezzi che rivivono su capi che segnano e rimodellano il corpo femminile.

In passerella salgono abiti attillati, bluse, gonne e jeans superskinny o strappati abbinati a gilet e giacche di pelle o in denim decorate con inserti di perline e t-shirt e top che lasciano scoperta la pancia. E poi ancora abiti a girocollo o ariosi, impermeabili e naturalmente non manca il segno distintivo della Miller, ovvero la combinazione di capi vedo e non vedo a capi ricamarti.

Lo zigzag si alterna a motivi floreali non convenzionali o black&white, forme geometriche, righe e così via. Il risultato è un gioco di stile con tessuti e forme.

Completano la collezione sandali fantasia con plateau, collane di perle, bracciali e orecchini decorati da maxipietre, pochettes piatte con applicazioni.

Nicole Miller lancia il suo monito, per essere femminile la donna, può e deve essere sexy e indipendente.

Written by Francesca

Milano celebra Chanel N°5

Ruinart per la Festa della Mamma 2014