New York, una città per mangiare

La Grande Mela si aggiudica i premi più prestigiosi dei James Beard AwardSono stati pubblicati da qualche giorno i risultati dell’edizione 2009 dei James Beard Award.
Il più importante riconoscimento nel mondo culinario a stelle e strisce, ha visto trionfare gli chef e i ristoranti di New York che si sono aggiudicati quasi tutti i premi più prestigiosi di questa edizione.

Chef dell’anno è Dan Barber, pioniere del “farm-to-table” che ha sconfitto il veterano newyorchese Tom Colicchio,  Jose Andres di Washinghton e Paul Kahan di Chicago.

Con i suoi due ristoranti, Stone Barns, situato in una fattoria a nord di New York e Blue Hill, locale nel cuore di New York City, Barber ha fatto la sua fortuna con piatti realizzati con ingredienti stagionali prodotti da agricoltori locali.

Il bistreau Jean Georges, tre stelle nella guida Michelin e fiore all’occhiello dello chef Jean-Georges Vongerichten, ha vinto, invece, nella categoria dei ristoranti, mentre Momofuku Ko, che di stelle Michelin ne ha due, ha vinto il premio come miglior nuovo ristorante.

Tra gli chef emergenti ha trionfato lo Nate Appleman, dell’A16 di San Francisco mentre Gina DePalma, del Babbo di New York, ha vinto nella categoria chef di dolci unica donna ad aggiudicarsi una segnalazione escludendo Jennifer McLagan chen con il suo “Fat: An Appreciation of a Misunderstood Ingredient, with Recipes“, ha vinto il premio per il miglior libro di cucina.

I James Beard Award nascono nel 1990 e hanno costruito la propria autorità grazie a una giuria, composta da lavoratori nell’industria della ristorazione, che assegna premi sia per quanto riguarda le professioni culinarie sia per quanto riguarda i media che si occupano di cucina.

English version

Avatar

Written by Francesca

Tod’s G-Bag per la primavera-estate 2009

In catamarano alla scoperta della Polinesia