Luxgallery > Fashion > Abbigliamento > Moda Donna > New York Fashion Week PE 2015, settimo giorno

New York Fashion Week PE 2015, settimo giorno

Vai allo speciale

Il meglio visto in passerella
Proprio in queste ore sono in corso le ultime sfilate della New York Fashion Week e il popolo della moda è pronto a trasferirsi a Londra per seguire da vicino le sfilate della kermesse britannica.

Intanto, la giornata di ieri, mercoledì 10 settembre, ha riservato grandi sorprese. Da Michael Kors a Proenza Schouler sono andate in scena tantissime sfilate dedicate alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015.
Vediamo con ordine il meglio della settima giornata di New York Fashion Week.

Un omaggio all’ottimismo.
Michael Kors presenta una collezione chic e vivace ispirata agli anni ’50 e alla couture parigina. A dare vigore ci pensano incursioni nel mondo sportswear, dei veri e propri colpi di teatro. Lavorazioni sartoriali, giochi di trasparenze, decorazioni raffinate, splendidi i tulle decorati che fanno da gonna vedo e non vedo.
Grande l’impegno del designer sulla vestibilità. A fare da fil rouge ci pensano i fiori proposti come applicazioni, stampe o ricami.Miley Cyrus per Jeremy Scott

Si chiama Dirty Hippie la collezione di accessori firmata da Miley Cyrus per Jeremy Scott e che ha fatto il suo debutto proprio ieri sulla passerella newyorkese.
Ad indossare le creazioni dell’irriverente cantante, modelle dal look decisamente anni ’60. Per Scott la prossima estate avrà un non so che di psichedelico e festono, un inno alla gioia in technicolor.

Jason Wu prende dimestichezza con gli archivi di Hugo Boss. Così, la prossima estate 2015 della casa di moda tedesca è più morbida e femminili ma pur sempre riconoscibile.
Materiali tecnici e stile rigoroso incontrano la creatività di uno dei designer più talentuosi del momento e il risultato è degno di nota. Trasparenze, sovrapposizioni, cuciture in vista e ricami con perline. Si passa dal jersey alla pelle, al tweed e via dicendo. Interessante l’uso della geometria.

Anna Sui dedica la sua collezione alla personalità o meglio a quelle donne che non hanno paura di non seguire la massa.
Il riferimento al mondo hippie però è bene visibile. Stampe colorate, giubbotti di jeans, t-shirt grafiche, top dai colori vivaci e floreali, inserti in pelliccia e via dicendo.
Non mancano nemmeno abiti bohemien iper-colorati o realizzati all’uncinetto, gilet e pantaloni a gamba larga. Avere stile significa non seguire la moda.

Ha chiuso la giornata la passerella targata Proenza Schouler.
Firmata dal duo Lazaro Hernandez e Jack McColloug, ecco che la collezione primavera estate 2015 è un omaggio al sogno americano.
Polo, camicie button-down, parka e gonne a pieghe. I grandi classici made in USA rivivono secondo un gusto moderno, attraverso lavorazioni all’avanguardia e scelte materiche di lusso.

Durante la settima giornata di New York Fashion Week dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015, sono saliti in passerella anche: Trademark, Rachel Zoe, Organic by John Patrick, Bibhu Mohapatra, Steven Alan, Delpozo, Betsey Johnson, Elizabeth and James, Reed Krakoff e Erin Fetherston.

Nella nostra gallery tutto il meglio di mercoledì 10 settembre.

Vai allo speciale