New York Fashion Week PE 2015, secondo giorno

Il meglio visto in passerella
Giornate intense alla New York Fashion Week.

Inaugurata da anticipazioni e un day one ricco di appuntamenti da non perdere, ecco che la kermesse americana che sta mostrando le anteprime dei trend della moda donna per la primavera estate 2015 non ha deluso le aspettative nemmeno durante la seconda giornata.

Salite in passerella venerdì 5 settembre le creazioni firmate da Nicky e Simone Zimmermann.
Ad ispirare l’estate 2015 di Zimmermann sono le illustrazioni di David Palladini interpretate attraverso stampe oniriche su abiti fluidi e top a balze. Completano la collezione abiti metallici alternati a completi freschi in principe di Galles, per look urbani per signore per bene.

Lo sportswear americano interpretato da Jason Wu è bellezza allo stato puro.
I capi sono fluidi e mai scontati, freschi e coerenti, pratici e chic, portabili e quindi vendibili, un aspetto non trascurabile in questo periodo storico soprattutto.
Gli outfit, dal mood androgino, acquisiscono femminilità grazie all’utilizzo di tessuti morbidi che addolciscono la silhouette di una donna misteriosa e moderna.
Gonne a matita, abiti sottili portati con caban dalla forma arrotondata o giacche sportive. Tuniche fluide sono ammorbidite da drappeggi sensuali, i pantaloni sono molto ampi e a vita alta e così via.
Interessante anche il lavoro sugli accessori, borse prima di tutto, tra cui spicca una nuova linea intitolata “Diane” e dedicata all’amica Diane Kruger.

Nicole Miller ci porta in Brasile e per la primavera estate 2015 propone stampe floreali, tra cui spiccano palme e ananas dalle tinte forti. A rendere ancora più d’impatto la collezione ci pensano capi a righe giocati sul black&white.
Abiti e gonne fascianti o a palloncino, top micro o più morbidi ma comunque con la pancia in bella vista, trench over stretti in vita con una cintura. A movimentare ulteriormente ci pensano volant e trasparenze.

Monique Lhuillier si ispira alla magia dei colori del sole all’alba, di quando fa capolino tra le nuvole e incendia il cielo.
Capi dalle tonalità pastello donano che donano a chi li indossa un aspetto dolce e al contempo luminoso. la designer dà voce alla parte gioiosa di sè e porta in passerella tutine, pantaloncini e top, gonne ricamate, vestiti senza spalline e una serie infinita di abiti da cocktail tutti giocati sul volume e sulla consistenza materica.

Max Osterweis e Erin Beatty portano sulla passerella targata Suno capi ispirati alle opere di Louise Bourgeois e Georgia O’Keeffe.
La primavera estate 2015 è bohémien e sofisticata si caratterizza per capi sovrapposti dalle linee decise e mai troppo fascianti. Affascinante il gioco di pattern e quello delle lunghezze. I pantaloni sono ampi e si fermano sopra la caviglia, le camicie maschili mentre gli abiti riscrivono il concetto di femminilità.

Durante la seconda giornata di New York Fashion Week dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015, sono saliti in passerella anche: Peter Som, Tess Giberson, Wes Gordon, Tanya Taylor, Sally LaPointe, Rebecca Minkoff, Cushnie et Ochs, Adam Selman, Nonoo, Novis, Rodebjer, L.A.M.B., A Détacher, Araks, Saunder e Charlotte Ronson.

Nella nostra gallery tutto il meglio di venerdì 5 settembre.

Written by Francesca

Kate Middleton aspetta il secondo figlio

GP Monza 2014, vince Hamilton