New York Fashion Week PE 2014, mercoledì

Cosa abbiamo visto in passerella

Mentre è in corso l’ultima giornata della New York Fashion Week dedicata alle anticipazioni per la primavera estate 2014 e il fashion system si prepara a volare a Londra, ecco che vi mostriamo il meglio delle collezioni protagoniste della giornata di ieri, mercoledì 12 settembre.

Tante le sfilate in calendario con altrettante proposte interessanti.
Se i big come, Michael Kors, Proenza Schouler, Philosophy by Natalie Ratabesi, J. Mendel e Marchesa, hanno confermato di meritarsi il loro posto nell’olimpo della moda ecco un riassunto dei best of delle altre passerelle.

E’ la danza moderna a ispirare la collezione primavera estate 2014 di Bibhu Mohapatra.
Attraverso la plissettatura si movimentano chemisier e vestiti in chiffon, la vita è sottile segnata da cinturine e linee che seguono le curve femminili senza mai costringerle eccessivamente.
Sono i fiori, stampati e applicati, a dare personalità a una palette basica e giocata su colori tenue. Interessante il lavoro sulle scollature.

E’ un inno alla gioia la collezione di Nanette Lepore per l’estate 2014.
Il colore è il perno attorno al quale vengono costruiti abiti dalle forme semplici che raccontano la voglia di libertà delle giovani donne metropolitane.
Stampe floreali, papavero, narciso, azzurro carico, rosa antico e bianco. Per essere chic bisogna saper essere spensierati.

Il cielo primaverile di Gran Canaria e il suo paesaggio tra dune e mare sono stati fonte d’ispirazione per Douglas Hannant.
In passerella sono saliti abiti semplici e per bene, come i completi in tweed, con incursioni sexy grazie all’uso sapiente di chiffon, pizzo e trasparenze. La palette gioca con i beige, i blu, il grigio, il nude fino alle stampe tropicali.

La stylist delle star Rachel Zoe ha presentato a New York una collezione primavera estate 2014 che unisce stile safari e metropolitano creando look raffinati e curati ma allo stesso tempo rilassati.
Chi meglio di lei conosce infatti le esigenze del jet-set internazionale ecco dunque giubbotti, pantaloncini, cargo fluidi fino al denim, declinato su: jeans a gamba larga, shotrs, giacchine e tubini. Per le più rock spazio mini-abiti e incursioni in pelle traforata. Il dettaglio must have è un tocco zebrato.

2013 di fuoco per Michelle Smith. Dopo aver curato la nuova versione del suo sito, lanciato un suo blog e puntato sul Medio Oriente programmando l’apertura di ben quattro monomarca ecco che la designer di Milly arriva a New York con una collezione femminile che gioca con le trasparenze, i colori pop, linee asimmetriche e lavorazioni non scontante.
Must have lo slip a vita alta in bella mostra con colori a contrasto.

In fine Reed Krakoff che punta sulla sartorialità e sulla cura del dettaglio. Abiti in chiffon, corpetti lavorati, gonne asimmetriche, pantaloni fluidi e così via. La palette è quasi incolore con slanci fluo.

Presenti in passerella, e nella nostra gallery, anche Brandon Sun, Clover Canyon, Joie, Daisy Fuentes, Jeremy Scott, Betsey Johnson, Anna Sui e Dion Lee.

Avatar

Written by Francesca

Tiffany sceglie Francesca Amfitheatrof

Kristen Stewart per Florabotanica