New York Fashion Week PE 2014, martedì

Cosa abbiamo visto in passerella

A New York è stata un’altra giornata all’insegna della grande moda femminile: in passerella, nel sesto giorno di Fashion Week, le collezioni primavera estate 2014 di alcuni dei nomi più acclamati del panorama made in Usa ma non solo, come Tory Burch, Jil Sander Navy, Vera Wang, Rodarte, Diesel Black Gold, Marc by Marc Jacobs, MM6 Maison Martin Margiela, Oscar de la Renta e Narciso Rodriguez.

J.Crew, uno dei designer preferiti dalla First Lady, la prossima estate ci porta in spiaggia in due parti opposte del pianeta: da una parte nella rilassata California, tra surf e falò sulla spiaggia, dall’altra al Lido di Venezia, tra feste vip su yacht di lusso e aperitivi chic in centro.
T-shirt oversize con stampe divertenti, pantaloni militari con macchie di vernice o di seta multicolor per il look hipster della West Coast, blazer su misura di lino, pizzi e merletti per le mise bon ton sinonimo di eleganza classica e senza tempo del Belpaese.

Mark Badgley e James Mischka, invece, celebrano il 25esimo anno di attività con una delle loro collezioni più riuscite, ispirata ad alcuni ritratti di donne chic e raffinate ambientati negli anni ’20 e ’30 in Costa Azzurra scattate dal fotografo Jacques Henri Lartigue. Per il giorno, ecco pantaloni palazzo abbinati a reggiseni o top cortissimi, tubini in tweed e abitini leggiadri, mentre per la sera, fantasie floreali nei toni pastello, ma anche mise in tessuti cangianti e ricami i madre-perla.

Anche Jenny Packham, designer inglese particolarmente apprezzata da Kate Middleton e Angelina Jolie, festeggia i  primi 25 anni della sua griffe, e lo fa con una collezione prettamente anni ’70 condita da diverse creazioni perfette per il tappeto rosso, magari proprio per la Duchessa, sua grande estimatrice: in passerella, creazioni romatiche, leggiadre e iper femminili.

E’ la cultura spagnola e messicana a colorare la prossima stagione estiva targata Naeem Khan: di grande fattura gli abiti di maglia nude ricamati in rosso, bianco, nero, con motivi floreali di pizzo Chantilly.
Nel defilè, che a sorpresa si è concluso con un abito da sposa, però, anche creazioni più semplici e pulite con un stampa a righe multicolor, un po’ a ricordare le vesti tipiche dei maya.
Immancabili gli abiti da sera con perline, ricami e pailletes tanto amati dalle celebs per i red carpet più esclusivi.

La collezione primavera estate 2014 di Catherine Malandrino, invece, si ispira al mondo delle regate nelle acque di Saint-Tropez: spazio a giacche a vento in nylon, chemisier reffinati, tante righe dal mood navy e stampe raffiguranti eleganti barche a vela.
Da segnalare le gonne di pelle tagliate a laser e per la sera, gli abiti lunghi con sensuali ritagli sul corpetto.

E per chi non ne avesse ancora abbastanza, nella gallery le anticipazioni della primavera estate 2014 di Steven Alan, Timo Weiland, Rachel Comey & Bernhard Willhelm x Camper, Adeam, Wes Gordon, Dennis Basso, Sachin + Babi, Sass & Bide, Katie Gallagher, LaQuan Smith, Sophie Theallet, Avon Livné, Nellie Partow, Elie Tahari, Zang Toi, ICB, Skingraft, Anna Francesca e Fashion Shenzen.

Avatar

Written by Monica

Borse Louis Vuitton, le più vendute

Leica, arrivano le compatte digitali