New York Fashion Week AI 2014-2015, giorno uno

Il meglio visto in passerella

E’ partita la New York Fashion Week.

Dedicata alle anticipazioni per lautunno inverno 2014-2015, la kermesse della Grande Mela dà il via ufficialmente al mese delle sfilate della moda donna e lo fa in grande stile rafforzando sempre più il suo ruolo tra le capitali della moda prêt-à-porter.

Iniziata ufficialmente ieri, 6 febbraio, già a partire da lunedì non sono mancati i primi defilè e presentazioni come quelli di: Zac Zac Posen e le sue creazioni costruite attorno a stratificazione e combinazioni di capi inaspettati, Escada firmata da Daniel Wingate e ispirata alle opere d’arte di James Turrell, Josie Natori tra capi metropolitani super chic e dettagli rubati alla cultura russa passando per Organic by John Patrick e il suo omaggio al rigore.

Big in passerella già dalla prima giornata della New York Fashion Week. Vediamo dunque da vicino le collezioni più interessanti.
Ad ispirare l’autunno inverno 2014-2015 di Nicholas K sono stati gli scatti in bianco e nero del fotografo francese Jean Gaumy. Ai fratelli Christopher e Nicole Kunz il compito di aprire ufficialmente la kermesse con una collezione fatta di capi che raccontano le atmosfere del porto e della vita in mare aperto con tanto di stivali da pioggia e corde come bracciali. I pantaloni sono morbidi, i maglioni hanno il cappuccio e le tute lasciano intravedere i top.

Collezione anniversario per BCBG Max Azria.
Max e Lubov Azria festeggiano i loro primi 25 anni di successi con capi semplici dove è la pelliccia ad avere il ruolo chiave; dai cappotti alle felpe pullover passando per dettagli come colli e manicotti.
L’atmosfera che si respira in passerella anni ’70 e il mood per il prossimo inverno è la ricesca di un’eleganza disinvolta.

Morbidi e un po’ grunge, ecco cosa caratterizza i capi visti sulla passerella newyorkese targata Richard Chai Love, mentre Tadashi Shoji punta tutto sullo stile moresco con tagli a laser sul camoscio, ricami, pizzi e così via.

Da Creatures of the Wind, Shane Gabier e Christopher Peters cambiano rotta e presentano una collezione centrata sulla vestibilità senza dimenticare la raffinatezza creativa. La pelliccia fino ad oggi fulcro delle loro creazioni diventa ora dettaglio prezioso per accessori. A sostituirla ci pensano ora tessuti strutturati ora morbidissimi che raccontano capi d’ispirazione vagamente orientale.

Capi spezzati, ma rigorosamente ton sur ton, stile chic, ma scanzonato, approccio minimalista e ricerca della comodità. Ecco le parole chiave della collezione autunno inverno 2014-2015 firmata Marissa Webb.
In passerella salgono dunque tailleur pantalone, abiti leggermente svasati, camicette trasparenti, gonne molto sensuali, giacche bon ton e retrò, gilet oversize e cappottini sofisticati. Tocco di stile forme e volumi che strizzano l’occhio al guardaroba maschile.

In passerella sono salite anche le collezioni autunno inverno 2014-2015 targate Desigual, Tome, Costello Tagliapietra, Juan Carlos Obando e Dion Lee.

Nella gallery, il meglio delle sfilate della prima giornata della New York Fashion Week.

Written by Francesca

YouTube sceglie Susan Wojcicki

George Clooney a Pioltello