New York Fashion Week AI 2014-2015, giorno due

Il meglio visto in passerella
La New York Fashion Week è in pieno svolgimento.

Dopo un avvio carico di sfilate interessanti vediamo le anticipazioni della moda donna per l’autunno inverno 2014-2015 viste in passerella durante la seconda giornata di kermesse.

Tartan, pelle e piume di pavone. Ecco le parole chiave della collezione autunno inverno 2014-2015 firmata Nicole Miller.
A completare gli outfit, semplici nelle linee, sono borchie, inserti di pelliccia, ricami e un mood alla grande Gatsby. Il risultato è un insieme di abiti belli e raffinati dedicati a donne super femminili. Guerriere metropolitane che lasciano i pantaloni nell’armadio per conquistare la città mostrando, fiere, le proprie gambe.

Peter Som, da poco nuovo direttore creativo di Blue Les Copains, ha portato alla New York Fashion Week una collezione semplice e sartoriale.
I cappotto definiscono la silhouette grazie a cinture strette in vita, i capi, dalle bluse agli abiti, si caratterizzano per grandi risvolti in piuma di struzzo, le gonne ampie si fermano sopra al ginocchio, i pantaloni invece sono a sigaretta e a metà polpaccio.
D’effetto l’uso sfocato del fiorato. Gli abiti sembrano essere passati attraverso più filtri Instagram prima di finire in passerella.
I colori d’elezione per la prossima stagione fredda sono il blu, grigio e nero, non mangano lampi arancio acceso, total look cammello e stampe maculate.

Super sofisticata la donna firmata Jason Wu. Gli abiti per la prossima stagione fredda sono sobri e sofisticati. Ogni capo è costruito con una precisione sartoriale quasi chirurgica: i colori sono profondi, le linee frutto di un disegno chiaro, i tessuti ricchi.
Se gli abiti, pensati per calcare i red carpet più glamour, hanno linee sottili e asimmetriche ecco che i pantaloni sono ampi e fluidi a vita alta.
Completano la collezione capispalla dalle forme maschili con spalle rotonde e voluminose.

Più sportive le proposte targate Rag & Bone.
Il duo stilistico, Wainwraight e Neville, porta in passerella una collezione che mescola ispirazioni diverse dal workwear delle giacche da meccanico al tailoring maschile dei blazer pinstripe, dalle textures handmade del knitwear australiano al downtown cool dei cargo pants lavorati a pennellate artistiche passando per i plaid-checks underground.
Il risultato è un susseguirsi di capi che possono essere indossati mixandoli ulteriormente e dando sfogo alla propria fantasia.
Cavallo di battaglia della maison rimangono i capispalla dai blousons con cappuccio in shearling dalle proporzioni abbondanti, ai blazers oversize, dai cappotti ad astuccio con collo ad anello o di ispirazione maschile ai biker jackets in panno passando per grosse maglie realizzate a mano.

Nicole e Michael Colovos per Helmut Lang firmano una collezione chiara e lineare.
Importante lo studio realizzato dai due stilisti per realizzare capi giocati sulla tridimensionalità. Al centro dunque il lavoro sulle texture che aggiungono volume senza perdere di vista l’heritage della maison che vuole prima di tutto capi minimal e dal linguaggio essenziale.

Grande il lavoro fatto da Sally LaPointe sulle texture e la scelta dei materiali. La collezione autunno inverno 2014-2015 segna un punto di svolta da una parte la maglieria e dall’altra la pelliccia in entrambi i casi utilizzati all’insegna del lusso e della raffinatezza.
Facili da indossare e femminili gli abiti per l’autunno inverno 2014-2015 di Rebecca Minkoff sono dedicati a donne moderne che non disdegnano elementi del guardaroba maschile.
D’ispirazione grunge la collezione targata Hache e firmata da Manuela Arcari.
Giocata su blocchi di colori minimali, la collezione è tanto facile quanto sofisticata. Il tartan diventa dettaglio, le pellicce sono ecologiche, le zip rendono rock i tubini e poi ancora giubbotti più o meno, caban morbidi, polo camicioni, completi in jersey di maglia tecnica o un nylon, t-shirt e trench con zip termosaldate.

Venerdì 7 febbraio sono saliti in passerella anche: Zimmermann, Pedro Del Hierro Madrid, Tess Giberson, Tanya Taylor, Cushnie et Ochs, Nonoo, A Détacher e Suno.

Nella nostra gallery tutto il meglio della seconda giornata di New York Fashion Week.

Written by Francesca

Galeries Lafayette a Milano

Avidsen, videocitofono di lusso