Natalie Massenet non è più Presidente di Net-A-Porter

Finita la convivenza forzata con Federico Marchetti a capo di Yoox Net-A-Porter Group

E’ inizio marzo 2015 quando arriva la conferma della nascita di Yoox Net-A-Porter Group.

A pochi mesi di distanza dall’annuncio, la fusione da 1,3 miliardi di euro tra Net-A-Porter e l’e-commerce italiano Yoox è stata approvata dall’antitrust britannico preannunciando la conclusione della trattativa entro ottobre.

Ma gli scossoni non finiscono qui. Quasi in contemporanea arrivano, infatti, le dimissioni di Natalie Massenet, fondatrice e presidente del player che fa capo al Gruppo Richemont.

La manager lascia dunque la sua creatura dopo 15 anni di successi, il sito di vendita online di abiti e accessori di lusso è stato fondato nel 2000. Come anticipato da Bloomberg, per poi essere confermato da Yoox Net-A-Porter Group, la Massenet ha ceduto tutte le quote aziendali per circa 100 milioni di sterline, una cifra considerevole insomma pari a circa 135 milioni di euro.

Fin dai primi passi della nuova società, la convivenza tra Federico Marchetti, ceo di Yoox e sulla carta Amministratore Delegato di Yoox Net-a-Porter Group, e Natalie Massenet, fino a pochi giorni fa potenziale Presidente del Gruppo, non era stata semplice.

Non stupisce dunque che, oltre a confermare le dimissioni di Natalie Massenet, in una nota ufficiale diffusa nei giorni scorsi da Yoox, si precisa, che la manager non farà parte del consiglio di amministrazione del nuovo Gruppo.

Ad affiancare Marchetti nella sua nuova sfida imprenditoriale potrebbe esserci Enrico Cavatorta, attuale cfo di Yoox ed ex direttore finanziario di Luxottica, in qualità di direttore finanziario di Yoox Net-a-Porter Group.

Written by Francesca

Salone nautico di Cannes 2015

Festival di Venezia 2015, il party di Chopard