Narcisismo e moda: quanto sono narcisisti di media i modelli? Quando la vanità supera i confini del risultato autentico

Sembrerebbe quasi una malattia, forse per alcuni lo è. Il narcisismo nella moda è da sempre presente, colpendo soprattutto i protagonisti indiscussi del mondo fashion: i modelli

Narcisismo, moda e modelli

Li chiamano “casi di disturbo narcisistico della personalità”, o più comunemente “narcisismo”. La causa di questo fenomeno, in forte aumento e in continua espansione, è da attribuire soprattutto al proliferare dei social network, e della schiavitù mediatica che porta gli individui a ricercare sempre l’approvazione e l’attenzione altrui.

Da modelli a divinità

Nel mondo della moda, soprattutto in alcuni casi specifici di colleghi modelli, è quasi diventata una malattia. Gli elogi continui, il sentirsi sempre perfetti e irraggiungibili, porta talora gli “dei della bellezza” a sentirsi delle divinità nel vero senso della parola. Non rimanendo umili e con i piedi per terra. Talvolta, stravolgendo la realtà, sentendosi “a parole” e propagandando molto di più di quello che in realtà abbiano dimostrato effettivamente “sul campo” a livello lavorativo.

“La propaganda è spesso come l’acqua: fa affondare l’oro e butta fuori legna secca”. “Le mie opere arrivano prima della mia persona”. Direbbero così i veri “grandi”, coloro che non hanno bisogno di parlare di sé per spiegare chi siano e che cosa abbiano ottenuto nella loro carriera. “L’umiltà dei grandi” è da sempre la più grande delle verità. Si sa, la moda, è un ambiente che porta molti degli addetti ai lavori ad essere abbastanza “ego-riferiti”, forse più del necessario. «Il narcisismo ha due livelli. Il primo, sano, è l’amore per stessi, che è una componente fisiologica: un po’ d’amor proprio fa bene» così spiegano diversi esperti della psicologia umana, come il professor Paolo Crepet, psicoterapeuta e psichiatra.

Quanto sono narcisisti di media i modelli?

Quanto sono narcisisti di media i modelli? Beh, per esperienza personale, quasi tutti mediamente, compresa la sottoscritta. Il fatto di far parte di un “universo moda” che ruoti attorno a te, fa sì che ti senta unico ed irripetibile. Una star incomparabile a nessun altra. Perché questo è lo strano gioco di cui ti rende partecipe il mondo della moda: ti fa salire sul trono del successo e dell’ammirazione per poi toglierti tutto a suo piacimento, quando meglio crede; e soprattutto senza preavviso. Per quello, molti modelli, non accettano il passare del tempo e l’accettarsi per quello che si è stati. Che arrivati ad un certo punto della propria carriera, è giunta l’ora di appendere “i tacchi o la tartaruga al chiodo”.

Photo Credits: Courtesy of Press oFfice @Marani

Comprendere i propri limiti e lasciare il posto alle nuove promesse. “Il narciso patologico crede che il mondo giri intorno a lui, ha un bisogno abnorme di affermazione, apprezzamento, attenzioni, accudimento. I narcisi sono così attaccati a se stessi che perdono di vista l’altro, e il confronto con gli altri è invece essenziale e salutare. Parliamo invece di persone altere, che si sentono superiori agli altri, visti solo in funzione dell’ammirazione, dell’affetto, dell’amore e dell’accudimento che possono loro tributare, e di cui i narcisisti non sono mai sazi».

I narcisi: “bulimici di attenzioni”

“Bulimici di attenzioni” per molti. Agiscono principalmente sulla loro immagine, preoccupandosi prima di “come appaiono invece di che cosa sentano”. «Narciso, nella mitologia, si specchia nell’acqua beandosi di se stesso, e per i narcisi la visibilità viene prima dell’ammirazione, precede il giudizio di valore altrui. Farsi vedere è più importante che piacere, e il narciso è felice anche quando divide». La droga preferita dei narcisisti è “esserci” e “piacere”, essere ammirati. Non importa nel bene o nel male, l’importante è essere presenti! Anche superficialmente.

“Esteriorizzazione del sé, in mancanza del sé”

Nel mondo della moda, come nella realtà comune. Il “narcisismo” sta diventando la nuova piaga sociale del nuovo millennio, dove tutti sono alla ricerca costante del riguardo altrui. “Esteriorizzazione del sé, in mancanza del sé”. Nel mondo del modeling, ovviamente, è doppiamente amplificata. Chi riuscirà a restistere alla seducente tentazione del narcisismo? Dicono che la semplicità e l’umiltà brillino di luce propria, quando sono autentici.

Avatar

Scritto da valentinabissoli

Dua Lipa per Pepe Jeans London, arriva la capsule collection firmata dalla popstar.

Irina Shayk single: nuova vita per la top model