Museum, primavera estate 2010

L’innovazione tecnica diventa tendenza a Pitti Uomo 76

Passato e futuro, stile e tecnicità si incontrano nella collezione uomo e donna primavera estate 2010 di Museum, presentata a Pitti Uomo 76.

I materiali ed i colori si evolvono per valorizzare, nella linea uomo, giubbini più leggeri ed estremi: nuove nuance e tessuti originali sono la dimostrazione di come l’innovazione tecnica delle materie prime possa essere uno strumento di praticità e tendenza.

I giochi di tessuti e la luminosità dei dettagli vestiranno la donna Museum di fascino regalandole stupore. Lo sportwear cambia stile: non solo tecnicità ma raffinato glamour con capispalla gentili nelle forme ed impreziositi nei nuovi materiali shining.

La lucentezza delle stoffe e le linee più morbide danno vita a capi innovativi per una donna che sa sperimentare, che apprezza l’evoluzione della moda e non si pone dei confini.

Museum riesce a creare inedite rivisitazioni dei capi storici proponendo modelli originali e all’avanguardia, mostrando come una tuta da lavoro dei pompieri possa diventare femminile, come un rete da campeggio possa guarnire dei capi di nylon e come questa eleganza possa essere portata dalla montagna alla città.

Anche per la P/E 2010 quindi l’azienda rispolvera l’archivio e propone al pubblico il suo concetto di autentico con Heritage: una selezione di capi del passato riattualizzati nelle forme e nei materiali. Il wax di cotone delle tradizioni inglesi (british millerain) si alterna al cordura tinto capo effetto brinato che unisce naturalezza e performance.

Written by Redazione

Julipet a Pitti Uomo 76

“Il Viaggio”, primavera estate 2010 a Pitti Uomo