Monaco Yacht Show, alcune anticipazioni

Novità a vela e motore
È dedicato principalmente al lancio di yacht a motore e a vela di grandi dimensioni il Monaco Yacht Show, dal 24 al 27 settembre 2009 a Monaco.
Numerose le novità presentate, che sapranno sorprendere appassionati e professionisti della nautica, all’insegna del lusso, della personalizzazione e dell’attenzione all’ambiente.

Ecco una breve rassegna delle novità presentate, dai motor yacht alle barche a vela, per arrivare ai charter.

Velocità ed eleganza: i motor yacht
Se Palmer Johnson, lancia il Coverdrive 2, Cerri Cantieri Navali il Cerri 102′ Flyingsport già presenti a Cannes, omonime sono le novità presentate da CRN e Admiral.
Se il CRN 126 “Blue eyes” è un mega yacht dislocante di 60 metri che può accogliere 12 ospiti e 14 persone come equipaggio, l’Admiral 42 “Blue Eyes” è la nuova ammiraglia planante di 42 metri, presentata in anteprima assoluta.
Realizzato sotto la sorveglianza dell’American Bureau of Shipping per ottenere la certificazione “Maltese Cross A1 C.Y.S., AMS”, lo yacht è caratterizzato dal portellone di poppa che si apre a piattaforma sul mare, ottenendo così una zona ospiti che può essere attrezzata come prendisole o come area fitness, dal garage su un lato che ospita il tender, il cui alaggio viene garantito da un carro ponte posizionato per madiere, e l’albero portastrumenti centrale che aumenta lo spazio sul sun deck. Il maxi-yacht planante tutto costruito in lega leggera di alluminio 5083, si distingue per la linea filante, per lo scafo blu notte e la sovrastruttura grigia, per le sue prestazioni – 30,5 nodi di velocità massima grazie a due MTU da 3.650 cavalli -, per la tenuta di mare e per un layout, che porta la firma di Luca Dini, ricco di soluzioni innovative. Gli interni sono essenziali, con arredi moderni.

CMN Yachts presenta il CMN Line 60, ideato in partnership con Andrew Winch Designs, capace di opsitare 14 persone in una cabina armatoriale, una cabina Vip e 5 cabine per gli ospiti. Oltre ai grandi spazi, non mancano comodità come l’home entertainment centre con video-on-demand. Spinto da una coppia di motori Caterpillar 3516B diesel ed equipaggiato con due stabilizzatori zero-speed Quantum, è uno yacht da vivere sia in navigazione sia in porto.

Delta Marine, costruttore statunitense di yacht personalizzati in composito fino alla lunghezza di 300 piedi lancia, invece, il motor yacht di 151 piedi Katya, Slojo, 156 piedi semi-dislocante e il 124 piedi Marama, nonché un 64 metri di nuova concezione spinto da motore diesel.

Diversi progetti anche per JFA Shipyard, costruttore di super yacht dai 70 ai 200 piedi, in ogni materiale, al Monaco Yacht Show 2009 con un Motor Sailer 90’, il catamarano VPLP 110’ in carbonio e il Vripack 141’.
Per i tedeschi di Lürssen – Yachts, la novità è l’Arkley, yacht di 60 metri che offre grandi spazi ai 12 ospiti per il divertimento e il relax. Non mancheranno Tamsen Yachts con il 41 metri taTii, il 65 metri di Tankoa Yachts, esempio di nautica made in Italy, disegnato dal Prof. Ruggiero del Marine Engineering Studio di Genova con interni di Francesco Paszkowski, e il W 164 di Westport.

Platinum Yachts, costruttore del MY Dubai, lo yacht più lungo del mondo con i suoi 162 metri, sarà presente con l’88 metri Triton, disegnato da Sam Sorgiovanni e spinto da un motore con sitema elettrico e diesel.
Appeal moderno, struttura a sandwich in materiale composito, attenzione ai dettagli si uniscono nel Peri 29 di Peri Yachts, il modello più leggero e veloce del cantiere.
Se Pendennis lancia lo sloop 30 metri Dubois, il motor sailera Barracuda da 32 metri e il 46 metri Ron Holland Ketch, Burger Boat Company, costruttrice di yacht personalizzabili in alluminio o acciaio, presenta Sycara IV, un 46 metri dallo stile classico con tratti stilistici del XX secolo, e il 43 metri Sea Owl. Classiche anche le proposte Vicem Yachts con il Vicem 46 m e il Vicem 35 m in composito.

In balia del vento: le barche a vela
I neozelandesi di Alloy Yachts presentano il quinto yacht a vela dei cantieri con lunghezza di oltre cinquanta metri, il Mondango, dalla superfice velica di oltre quattromila metri quadrati. Il design è di Reymond Langton, che le ha conferito linee decise ed eleganti.

In materiale composito i  super yacht di Oyster Marine, il 100 Deck Saloon, il 125 Deck Saloon, il 125 Raised Saloon e il 125 Flybridge, che offrono alti standard di costruzione e qualità.
Southern Wind Shipyard, forte dell’espansione della superficie del cantiere, in grado di creare ora fino a quattro unità all’anno dagli ottanta ai 140 piedi, è presente con il nuovo SW 100 e l’SW 110 RS, nonché con divers nuovi progetti, tra grandi yacht e imbarcazioni di grandezza media, ideate in collaborazione con Reichel Pugh e Farr Yacht Design per l’architettura navale e con Nauta Design per gli interni.

Non mancheranno Royal Huisman con il 90 metri Athena e il 52 metri Meteor, il 58 metri Ethereal e il Super-J Class Hanuman di 42 metri ed altre imbarcazioni, e i super yacht a vela della neozelandese Yachting Developments.

Particolarità e innovazioni proprie di un’imbarcazione più grande caratterizzato il Baltic 77 Black Pearl di Baltic Yachts, 23 metri in grado di essere personalizzato. Con lo scafo in fibra di carbonio con il layout dello studio Tripp Design, è completato dagli interni semplici e caldi di Rhoades Young.
Creato per le regate lo Swan 90 S di Nautor’s Swan, disegnato da German Frers, che unisce lo stile tipico del cantiere all’esperienza nella costruzione di barche high tech dedicate alle competizioni.

I charter
Numerose come ogni anno le proposte per charter.
Ad esempio sono diverse le proposte di Camper & Nicholsons, tra cui il motor yacht di 62 metri Roma costruito da Viareggio Superyachts, per 12 passeggeri, con servizi che includono cinema e sala giochi, ascensore, palestra, Jacuzzi. Utopia DV è disponibile presso Edmiston, un 72 metri, che si distingue per I grandi volume interni, le ampie superfici vetrate e l’alta automazione. Per gli amanti della vela ecco Sea Rose Star proposto da Dahm International.

English Version

Avatar

Written by Redazione

Silhouette, consulenti di stile

Admiral 42 Blue Eyes