Mode à Paris PE 2015, giorno sette

Il meglio visto in passerella
Se domani sarà l’ultima giornata di Mode à Paris, torniamo sui nostri passi e guardiamo il meglio offerto dalle passerelle di lunedì 29 settembre.

La settima giornata della kermesse parigina dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015 è stata ricca di grandi nomi del fashion system internazionale.

Come vi avevamo annunciato, proprio ieri, in occasione del progetto che lega Jaguar alla celebre designer britannica, ecco che ad inaugurare le sfilate di lunedì è stata proprio Stella McCartney.
La collezione primavera estate 2015 è votata al minimalismo, che da sempre contraddistingue la maison, raccontato attraverso capi glamour ma portabili, chic ma non pretenziosi.
Vestiti lunghi, tailleur ampi, bermuda o pantaloni a zampa e poi ancora abiti movimentati da balze e ruches e tessuti patchwork o ricami grafici. I tessuti sono leggeri ma non per questo poco voluminosi grazie a geometrie e tagli. L’effetto finale è romantico senza essere sdolcinato, equilibrato e versatile come solo Stella sa fare.
Confermata anche l’anima eco e animal friendly di Stella McCartney, aboliti pellami sapientemente sostituiti da una particolare nappa resistente e bellissima e anche le pellicce.

E se durante il weekend gli occhi del mondo intero erano puntati su Geroge Clooney e la sua neo sposa Amal Alamuddin, a cui Giambattista Valli ha firmato l’outfit dell’uscita di domenica, un abito dal taglio asimmetrico bianco con preziosi ricami fiorati, ecco che il designer italiano è riuscito a incantare anche il parterre di Mode à Paris.
La sua è una collezione cool che strizza l’occhio all’haute couture nonostante le linee siano pulite e gli eccessi siano solo nelle reazioni di chi guarda abiti davvero ben fatti.
A rendere speciali mise lineali ci pensano lavorazioni effetto art and craft, inserti optical, broccati che sembrano intagliati e ricami preziosi. Segno distintivo i gioielli metallici dalle forme tondeggianti, da indossare al collo o a impreziosire le calzature.
Se con la seconda linea Giamba, al debutto a Milano Moda Donna, Giambattista Valli vuole arrivare a tutti, con la sua main line il designer punta a pochi ma buonissimi.

Sono i fondali marini a ispirare il sogno di Elie Saab.
La primavera estate 2015, portata a Mode à Paris dallo stilista libanese, è come sempre un susseguirsi di mise oniriche. A farla da padrone in questo caso sono state mille tonalità del blu, stampe e verdi, gialli passando per il rosso di tramonti lontani.
Gli abiti accompagnano fluidi i movimenti del corpo impreziositi da ricami e le iconiche cascate di cristalli. L’effetto è ricco e al tempo stesso leggero.

Protagonista anche del secondo giorno di Mode à Paris con la presentazione della linea Sonia by Sonia Rykiel, ecco che Sonia Rykiel ha portato ieri in passerella una collezione dinamica, la prima firmata dal nuovo direttore creativo Julie de Libran.
Per la prossima stagione al centro l’idea di costruire un guardaroba completo che sappia rispondere alle esigenze quotidiane di donne metropolitane amanti dello stile ma anche della praticità. Come? si gioca con le texture, si da al capo un taglio sporty, si accorciano le lunghezze e si ben bilancia la costruzione dell’outfit.
In passerella le top del momento da Miranda Kerr e Joan Smalls passando per Georgia May Jagger e Lizzy, Gigi Hadid, Kendall Jenner e Edie Campbell.

La prossima estate 2015, la donna di Sain Laurent è una rocker sexy e un po’ irriverente.
Hedi Slimane firma per la storia maison una collezione ricca di contaminazioni, il cui punto di partenza è la musica, che strizza poi l’occhio agli archivi per poi spiccare il volo verso il futuro citando il presente.
Le creazioni, ora androgine e graffianti, ora provocanti, tra trasparenze, lunghezze mini e scollature profonde, sono forse più suggestive che portabili. Micro-gonne con intarsi in pelle, mantelle con ricami e piume di cigno, tubini e pagliaccetti svolazzanti, hot pants, giacche da smoking tagliate e così via. Completano il look calze velate e sandali con plateau patchwork.

Durante la settima giornata di Mode à Paris dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015, sono saliti in passerella anche: Sacai, Leonard, Emanuel Ungaro, Veronique Branquinho e Wunderkind.

Nella nostra gallery tutto il meglio di lunedì 29 settembre.

Avatar

Scritto da Francesca

Chopard, esempio di lusso sostenibile

Charlotte Casiraghi per Gucci Cosmetics, la campagna