Mode à Paris PE 2015, giorno otto

Il meglio visto in passerella
Si concluderà oggi Mode à Paris, la kermesse dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015.

Come di consueto la manifestazione parigina ha riservato quotidianamente una serie di appuntamenti irrinunciabili, offrendo a buyers e addetti ai lavori un calendario davvero ben bilanciato.

E se domani chiuderemo in bellezza mostrandovi il meglio dell’ultima giornata di della fashion week parigina, eccoci ora a mostrarvi un estratto di ieri, 30 settembre, ottavo giorno di sfilate sotto le luci della Ville Lumière, animato anche dal super party organizzato da Carine Roitfeld per festeggiare il lancio del quinto numero del CR Fashion Book.

Non solo Vivienne Westwood, anche Karl Lagerfeld usa la passerella di Chanel per dire la sua non solo in fatto di stile.
E così la sfilata della storia maison termina con una vera e propria manifestazione femminista con tanto di megafoni, cartelli su cui campeggiano slogan come “la giornata delle donne è tutti i giorni” o “make fashion not war” e un centinaio di donne allegre in corteo capitanate dal Kaiser della moda in persona. Al centro tutti i temi caldi dal riscaldamento globale ai diritti dei gay, dal diritto al matrimonio alla libertà di espressione e così via.
Anche la scenografia è curata nei minimi dettagli e così sotto le altissime cupole del Gran Palais viene riscostruita una strada parigina, con i palazzi alti 25 metri, una prospettiva perfetta in 3D.
E così più che una sfilata, la presentazione della collezione primavera estate 2015 di Chanel, sembra più una passeggiata tra amiche.
Capi must per la prossima primavera tailleur pantalone con giacca lunga dal taglio maschile, maglieria in tutte le fogge e soprabiti, meglio se spolverini leggeri e frizzanti. Tra tutto spicca però la camicia, bianca e candida, proposta in tante fogge dalle più semplici alle più elaborate, da indossare con gonne nere corte ora svasate ora a pieghe o pantaloni affusolati.
Non manca il tweed, proposto in molte varianti tra cui spicca effetto vernice.
Attenzione anche agli accessori. Le scarpe, per lo più basse, sono multicolor, sandali piatti anche dorati e stringati, stivali dai fiori astratti. Passando alle borse, via libera alla fantasia, ed ecco che sulle clutch compare la scritta “ladies first”.

Mode à Paris - Chanel PE 2015 - finale sfilata

Il progetto portato avanti da Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli per Valentino è vincente e lo dimostrano i numeri, la maison ha preventivato di chiudere il 2014 con un +30%, una delle crescite migliori del settore.
Per la primavera estate 2015 il duo creativo guarda al Grand Tour Italiano del Settecento e Ottocento, e dunque all’Italia e alle sue bellezze, accompagnando chi guarda in un viaggio della memoria.
Femminili seppur caste, le creazioni di Valentino si tingono di blu notte, stampe geometriche, stelle di mare e conchiglie dorate.
I tessuti sono aerei alternati a pizzi che lasciano intravedere la pelle e poi ancora abiti coperti anche di piume, pantaloni larghi portati con una camicia severa.
Ai piedi sandali alla schiava alti.

Alexander McQueen, come Giambattista Valli, è una delle maison scelte da Amal Alamuddin per il suo matrimonio di lusso con George Clooney. Dopo aver vestito la bella avvocatessa per il suo addio al nubilato in Laguna, ecco che Sarah Burton a Parigi porta una collezione primavera estate 2015 ispirata al mondo giapponese tra kimoni antichi e palette iconica e dedicata a geishe dark.
Via libera al rosa delle fioriture primaverili, al rosso lanterna, al nero dell’inchiostro degli ideogrammi il tutto su stampe su seta. Per le forme si guarda agli anni ’70 e così troviamo giacche spioventi verso il basso e ampi pantaloni a zampa.

Durante l’ottava giornata di Mode à Paris dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015, sono saliti in passerella anche: Jean-Charles de Castelbajac, Valentin Yudashkin, Iris van Herpen, Shiatzy Chen e Paul & Joe.

Nella nostra gallery tutto il meglio di martedì 30 settembre.

Avatar

Written by Francesca

Hong Kong: casa di lusso in vendita a un prezzo record

Matrimonio Clooney, Amal su Vogue