Mode à Paris PE 2015, giorno nove

Il meglio visto in passerella

Come vi avevamo annunciato anche l’ultima giornata di Mode à Paris ci ha riservato grandi sorprese.

In passerella, a chiudere la carrellata delle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015, alcune delle più importanti maison francesi e non solo, anche la nostra Miuccia Prada era tra i protagonisti della nona giornata della kermesse parigina.

La sfilata di Louis Vuitton è l’occasione per la maison di mostrare in anteprima la nuova Fondation Louis Vuitton, disegnata dall’architetto Frank Gehry, che verrà inaugurata ufficialmente il 27 ottobre.
In passerella Nicolas Guesquiere porta in passerella capi che evocano la fine degli anni Sessanta eppure molto contemporanei.
Giovane, senza essere per forza rivoluzionaria, la collezione primavera estate 2015 di Louis Vuitton si compone di gonne corte e svasate, blazer piccoli, abitini semplici o decorati con paillettes, giubbotti e pantaloni svasati e corti, camicie fantasia e jeans.
Se il denim è scuro ecco farsi spazio anche il velluto a fiori, pizzo e uncinetto.
Passando agli accessorio must have di stagione borsette matelassé e con catena mentre ai piedi si indossano stivali o stivaletti senza troppo fronzoli.

E’ Giambattista Valli a firmare la collezione Moncler Gamme Rouge.
In passerella salgono giovani donne sensuali e dallo stile marinaretta senza dimenticare l’anima sportiva.
Le gonne sono molto corte, gli abiti sono leggeri ed eterei impreziositi da stampe optical e non solo, via libera infatti a righe e colori intensi tra cui spiccano anche incursioni metallizzate. Se i minidress si impreziosiscono di dettagli come i cappucci i capispalla hanno uno stile sporty. I look riprendono i colori e non solo delle bandiere dei più importanti stati del mondo. Ai piedi scarpe rigorosamente ultraflat.

Miu Miu chiude la settimana della moda parigina con una collezione dedicata a una donna femminile e consapevole.
A ispirare le linee, silhouette anni Sessanta mentre il materiale d’elezione è la pelle.
Il guardaroba proposto da Miuccia Prada è versatile e i capi si possono tranquillamente mescolare e per creare look sempre diversi tenendo in mente un unica regola: essere bon ton ma non troppo.
La collezione Miu Miu, infatti, “è pensata per dare un messaggio forte alle donne – ha dichiarato Miuccia Prada prima della sfilata. – Ovvero: usate tutte le armi che avete, non abbiate paura nemmeno di essere sexy. Viviamo in un mondo dominato da uomini, io stessa continuo a non credere alla parità dei sessi. Gli uomini sono potenti, ricchi e non vivono l’età come un limite. Il nostro compito è difficile, così difficile che conosco donne che hanno addirittura rinunciato ad ambiti come la famiglia, la maternità e altre cose importantissime pur di non scendere a compromessi. Dal mio punto di vista, ho sempre pensato che alcuni compromessi arricchiscano la vita. Ecco è proprio su questa idea che ho costruito la nuova collezione di Miu MIu. È tutto e il contrario di tutto: prezioso e modesto, bon ton e cattivo gusto, tessuti alti e stoffe povere, visone e nylon. C’è poi l’armamentario femminile classico, quello che le donne usano per mentire o per sedurre. Ma qui è usato con cattiveria, con una forza eversiva”.

Con l’addio di Christophe Lemaire si chiude questa edizione di Mode à Paris.
A prendere il suo posto come direttore creativo di Hermès arriverà infatti, come vi avevamo annunciato, la 36enne francese Nadège Vanhee-Cybulski.
Nel frattempo la passerella si copre di sabbia e si susseguono belle e applauditissime creazioni chic, come la maison francese impone. Pantaloni chiari, anche in camoscio sottile, larghi e corti, sandali a tacco grosso e cavigliera, tailleur maschile carta da zucchero, mocassini da collegiale e soprabiti smanicati in cashmere che si chiudono a sciarpa. Le gonne a pieghe sono asimmetriche e si abbinano a camicie e chemisier di cotone croccante. Capolavori di artigianalità i cappotti costruiti con intrecci di pellami pregiati, tecnica utilizzata anche per le it-bag di stagione.
Lemaire se ne va in grande stile, noi non avevamo dubbi.

Durante la nona e ultima giornata di Mode à Paris dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015, è salito in passerella anche: Rahul Mishra.

Nella nostra gallery tutto il meglio di mercoledì 1 ottobre.

Written by Francesca

Il Napoleone di Canova torna a Brera

Pantone per l’autunno inverno 2014-2015