Mode à Paris PE 2014, domenica

Cosa abbiamo visto in passerella

Dopo gli highlights di venerdì e sabato scopriamo che novità fashioniste ha riservato la domenica di Mode à Paris.

Fatto il giro di boa la kermesse parigina dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2014 ecco che tra i protagonisti assoluti della giornata di ieri, 29 settembre, ci sono state le passerelle targate: Kenzo, Celine, Chloé, John Galliano e Givenchy.

Andrew Gn ama l’arte e a Parigi presenta una collezione primavera estata 2014 intitolata Peggy Guggenheim.
Nella grafica come nelle forme ecco che sono importanti i rimandi ai suoi artisti preferiti: Pablo Picasso, Fernand Léger, Georges Braque, Peter Doig, Carlo Mollino e Giò Ponti.
Angoli, orli e pieghe tutto viene interpretato con un tocco cubista e non convenzionale ma comunque moderato.

Super contemporanea la collezione primavera estate 2014 di Maxime Simoens. Sportiva e sexy la donna della prossima stagione calda sfoggia look spavaldi giocati sul contrasto bianco e nero.
Non manca la pelle, materiale usato a profusione e in diverse varianti. Dai giubbini alle grange per micro gonnellini o abiti sempre mini.
Rispettando anche un altro trend di stagione ovvero l’utilizzo di flash metallici. Via libera, dunque, a incursioni argento.

Albert Kriemler, direttore creativo di Akris, porta in passerella una collezione primavera estate 2014 dedicata al suo paese d’origine, la Svizzera e precisamente il Cantone San Gallo.
Al centro ricami e merletti ma anche tessuti naturali il tutto interpretato attraverso la tecnologia senza naturalmente rinunciare all’artigianalità. I dettagli fanno la differenza ed ecco inserti trasparenti e tagli angolari in vita, accessori e così via. La prossima stagione calda di Akris è dedicata a una clientela sofisticata, da conquistare con linee contemporanee e fattura d’eccellenza.

In passerella anche Maison Rabih Kayrouz e Hexa by Kuho.

Nella nostra gallery il meglio della sesta giornata di Mode à Paris.

Avatar

Written by Francesca

Roberto Cavalli per la palestra di Madonna

Mercedes, le specifiche del primo yacht di lusso