Moda, modelle e movida: tra party esclusivi e il lato “notturno” del mondo fashion

Due facce della stessa medaglia: tra i party nei luoghi più magici del pianeta e l’elite più esclusiva del fashion world

Modelle e movida

Bella Hadid al Bvlgar Dinner Party – Milan Fashion Week FW19 @ Getty Images

Modelle e movida. Sembrano inseparabili. Dall’origine della storia della moda,
sono da sempre coesistiti. Le indossatrici, bellissime come delle dee, si preparano
impeccabili per uscire; perfette, verso i club più esclusivi e le serate più “glamour”
del Pianeta.

La vita da sogno delle modelle

Una vita da sogno, per molti, tra bellezza, cocktail, divertimento e
buona musica. I dj-set più ambiti, zona VIP assicurata, tutto quello che si desidera
è proprio lì, nel privé. Che tu sia astemia (come me) oppure una party girl per
eccellenza. Ovviamente sempre nella giusta misura. O quasi. E poi ci sono loro,
coloro che mantengono le redini del gruppo, i “promoter”, o meglio nel caso di
coloro che portano le modelle nei locali, i celebri “modellari”.

Tra modelle e “modellari”

Gergo, talvolta per alcuni dispregiativo, che chiunque faccia parte del mondo della moda, conosce o meglio, ha già sentito innumerevoli volte. Con alcuni di loro, ho stretto rapporti di amicizia fortissimi, che durano da più di dieci anni. Si diventa “quasi” come una grande famiglia. “La famiglia” delle serate. Ogni promoter ( PR dei club ) porta con sé almeno una decina di modelle, talora si arriva anche ad una ventina. Bellezza e divertimento, lusso e buona musica, sono sempre stati “valori” che si intrecciano alla perfezione. Come pezzi dello stesso puzzle. Dall’esterno viene vista come una life-style da sogno.

View this post on Instagram

Coachella is here!!!! 🦋🦋🦋 #cannes

A post shared by VALENTINA BÌSSOLI (@valentina_bissoli_) on

Esiste sempre il lato oscuro della medaglia

In effetti, è così. Ma come dico sempre, c’è sempre il lato oscuro o negativo della medaglia. Esistono promoter e promoter. Alcuni di loro, sfruttano a loro piacimento la presenza delle modelle, alle volte uscendo tutte le sere fino alle 6.00. Facendole dormire otto in una singola stanza, e con trattamenti non proprio “gentili”. Personalmente non mi è mai accaduto di inciampare in persone sbagliate, ma da altre esperienze di modelle alle quali ho assistito, posso affermare che sono una delle poche fortunate. Talvolta, i modellari, invitano le modelle dei diversi paesi del mondo, garantendo viaggio e alloggio, a patto che quest’ultime escano nei locali la sera.

View this post on Instagram

#chupachups time 🦋 si torna bambina!

A post shared by VALENTINA BÌSSOLI (@valentina_bissoli_) on

Le modelle, talora, sono “quasi” obbligate ad accettare queste condizioni: umili, provenienti da paesi fatiscenti dell’Europa dell’est, da famiglie poverissime e che preferiscono mille volte girare il mondo  (anche trattate impropriamente) piuttosto che rimanere nel loro paese d’origine.
Magari, con la speranza, di trovare un’agenzia di moda che le offra un contratto,
nel frattempo in cui si trovano a fare “serata”. Una possibilità per loro più unica
che rara, in quanto soggiornano in città molto costose per una modella media, che
altrimenti non potrebbero mai permettersi. In questo caso: “sfruttano lo sfruttabile”.
Ma come tutto, si paga sempre un prezzo. In questo caso, il prezzo finale, è
comunque divertirsi tra gruppi di ragazze, anch’esse modelle. Posso assicurarvi, che uscire per locali tutte le sere, è molto stancante, per tutti. Sebbene esistano cose peggiori nella vita. In fondo, è quello che fanno tutti i ventenni. Solo, che quest’ultimi; non essendo modelli, pagano tutto e non hanno nulla di offerto.

“Bella e fortunata la vita da modella”

“Bella e fortunata la vita da modella”. Come potrei dire il contrario! Grazie a questo privilegio, quale la beltà e la presenza fisica, ho visto le cose più belle che possano appartenere a questo mondo. Sono sincera. Compreso, far parte dei party più esclusivi di sempre, con i dj più famosi del mondo. Sono consapevole di tutto ciò. Che molte persone, al mio posto, pagherebbero di “tasca propria” pur di ricevere questi benefit. Ma queste cose non si decidono, si hanno e basta. Conoscere le
persone più potenti e influenti del mondo, stare a contatto con la tanto e nominata
“bella vita” o “Dolce Vita” come sottoscriverebbe il mostro sacro della pellicola Federico Fellini.

View this post on Instagram

Non plus ultra! 🔥🤙🏻

A post shared by VALENTINA BÌSSOLI (@valentina_bissoli_) on

Il “focus” della prima scena dell’omonimo film “ La Grande Bellezza”, vincitore del premio Oscar come “miglior film straniero” di Paolo Sorrentino. Una raffigurazione molto veritiera di quello che è questa realtà. “Kiss and go” come prontamente mi ha insegnato una mia collega brasiliana, sinonimo di come all’interno di questa dimensione esista solo puro divertimento e nient’altro. Sempre con coscienza e consapevolezza. Infatti i promoter, sono sempre attenti alle modelle presenti al loro
tavolo.

“Kiss and go” ma senza superare il limite

È importante che le modelle non superino mai il limite, infatti questo è uno dei compiti
principali dei promoter. In primis per salvaguardare l’immagine del locale. Dato che parliamo di livelli altissimi, dove la reputazione è la massima priorità. L’aspetto più romantico di questa realtà “notturna” è vedere il gruppo di modelle molto affiatato, che si diverte e balla insieme. Anche se quest’ultime provengono da diverse parti del mondo, e sebbene non si siano mai viste prima e si conoscano solo per l’occasione, creano un’alchimia perfetta. Appena finirà la stagione del locale, ognuna di loro prenderà strade diverse.

View this post on Instagram

V like 💕💕💕 thanks @alpha__chic

A post shared by VALENTINA BÌSSOLI (@valentina_bissoli_) on

La bellezza, è un valore divino per eccellenza, che permette di
avere, soprattutto nella società di oggi, meriti speciali

Sempre in giro per il mondo. I promoter, invece, offrono puntualmente a queste ragazze, la possibilità di vivere una vita dorata, distraendole talora dalle loro origini quasi da terzo mondo. Questo tipo di benefici sono riservati solo per le modelle donne, per i modelli maschi, ahimè…. non esistono questi privilegi; a parte rare eccezioni, come in Cina. Dove modelle e modelli escono insieme, e hanno tutto offerto. La bellezza, come sempre, e come affermava lo stesso Platone, è un valore divino per eccellenza, e che permette di avere, soprattutto nella società di oggi, meriti speciali. Conoscere sempre persone diverse, sempre ai massimi livelli. Benvenuti nel mondo della moda.

Avatar

Scritto da valentinabissoli

Zoe Kravitz una vita normale: la no-star di Hollywood

Jennifer Lawrence e Cooke Maroney: passeggiata romantica per le strade di New York