Luxgallery > Fashion > Effetto boomerang: la moda Britpop degli anni ’90 ritorna nel 2019

Effetto boomerang: la moda Britpop degli anni ’90 ritorna nel 2019

Effetto boomerang: la moda Britpop degli anni '90 ritorna nel 2019

Nel 2019 ricorre il 25esimo anniversario della nascita della moda Britpop. Molti probabilmente si gratteranno la testa pensando, cosa? Il Britpop alla moda? Certamente è stato ricordato per essere l’esatto contrario! Invece ti conviene cambiare idea e rivalutare questo andazzo, perché il 2019 è l’anno dei grandi ritorni made in nineties, e sì, il Britpop è compreso.

Se stai costruendo un guardaroba Britpop, la base nella tua cassettiera dovrebbe essere una polo di Fred Perry. Anzi, aspetta che siano messe in vendita nelle nuance-tendenza stagionali e compratele di ogni singolo colore. La polo di Fred Perry era sinonimo di Britpop, e corrisponde a un sacco di diverse scene musicali, tra cui skinhead, punk e ska. Migliaia di ragazze e ragazzi hanno indossato con orgoglio la loro polo Fred Perry.

Sonya Madan, voce Echobelly, in Fred Perry
Damon Albarn, frontman Blur, in Fred Perry

Fantastico, ma una volta acquistata la tua polo di Fred Perry ti accorgi di avere freddo. Come fa l’appassionato di Britpop a mantenersi caldo? Hai due opzioni: segui il metodo comprovato e da vero mod e gettati addosso un parka, oppure investi in una giacca Harrington. Per intenderci, è la giacca utilizzata da (quasi) tutti i nonni.

Damon Albarn, frontman Blur, in Harrington
Liam Gallagher, frontman Oasis, in parka

Nella moda Britpop, hai un po ‘di margine quando si tratta di pantaloni. Molte star del Britpop, come Noel Gallagher e Bernard Butler, preferivano il denim, mentre altri preferivano indossare pantaloni. Le ragazze Britpop sembravano preferire jeans skinny e leggings.

Bernard Butler in denim
Justine Frischmann in jeans and Doc Martens

Le scarpe invece erano molto più importanti. Se Britpop avesse uno sponsor di calzature, sarebbe sicuramente Doc Martens. Noel Gallagher preferiva le scarpe da calcio Adidas Sambas. Richard Ashcroft dei Verve, sulla copertina di Urban Hymns, indossava un paio di stivali del deserto. Neil Codling dei Suede è stato fotografato in un paio di stivali Buffalo – sì, la stessa marca di stivali che indossavano le Spice Girls.

Menswe@r
Miki Berenyi and Emma Anderson con il resto dei Lush

La moda Britpop vede un sacco di crossover con quella dei mod. I Menswe@r erano famosi per questo, ad esempio sono apparsi su NME vestiti da mod. Le ragazze di Britpop hanno preso spunto dallo stile degli anni ’60. Miki Berenyi ed Emma Anderson dei Lush sono state spesso fotografate in mini abiti o gonne a-line. Candida Doyle dei Pulp era nota per aver indossato minigonne, top e collant dai colori vivaci, proprio come le ragazze di Carnaby Street.

Louise Wener of Sleeper
Rick Witter of Shed Seven

È difficile definire uno specifico taglio di capelli Britpop. Per gli uomini, si trattava in gran parte di uno shaggy ‘do ispirato a Paul Weller quando era con i Jam. Per le ragazze Justine Frischmann e Louise Wener scuotevano le masse con tagli corti, mentre le signore Lush portavano i capelli più lunghi. Miki Berenyi aveva tinto i capelli di un rosso brillante da cui trasse ispirazione Geri Halliwell.

Luxgallery ti consiglia: Lacoste nuova collezione: in collaborazione con Opening Ceremony