Mini Countryman John Cooper Works

Divertimento di guida estremo su ogni terreno

Per la prima volta l’entusiasmo per le gare automobilistiche è vivibile anche in combinazione con la trasmissione della forza motrice a tutte le quattro ruote.

La Mini Countryman John Cooper Works, equipaggiata di serie con il sistema di trazione integrale ALL4 ed alimentata da un motore quattro cilindri turbo sviluppato ex novo, garantisce un divertimento di guida estremo in ogni situazione.

Proprio del motore è importante parlarvi, soprattutto quando si utilizzano elaborazioni estreme come John Cooper Works. L’ultima generazione del motore Twin-Scroll-Turbo è dotata dell’iniezione diretta di benzina e del comando valvole variabile. La variante del propulsore quattro cilindri da 1.600 cm montata nella nuova Mini eroga una potenza di picco di 160 kW/218 CV e grazie all’overboost, la coppia massima di 280 Newtonmetri è potenziabile temporaneamente fino a 300 Newtonmetri.

L’impianto di scarico è anch’esso molto sportivo ed assicura un accompagnamento sonoro adatto alla potenza erogata.

La Mini Countryman John Cooper Works accelera da 0 a 100 km/h in 7,0 secondi, indipendentemente se equipaggiata con il cambio manuale o con quello automatico mentre la velocità massima è tarata a 225 km/h. Non alti sono i valori di consumo di carburante e delle emissioni che risultano incredibilmente bassi in relazione alle prestazioni di guida.

Nel ciclo di prova UE la Mini Countryman John Cooper Works registra un consumo medio di carburante di appena 7,4 litri per 100 chilometri.

L’equipaggiamento di serie include dei cerchi in lega da 18 pollici nel design Twin Spoke, un impianto frenante con pinze freni verniciate in rosso e un assetto sportivo con molle ed ammortizzatori dalla taratura particolarmente rigida, oltre alle barre stabilizzatrici rinforzate e un ribassamento del telaio di 10 millimetri.

Negli interni troviamo l’alta funzionalità tipica del concetto Mini ma combinata con numerosi elementi sportivi.
Nella zona posteriore, a favore dei 3 passeggeri posteriori, è stato sistemato un divanetto mentre a richiesta e senza sovrapprezzo è possibile ordinare due sedili separati. In questo caso si hanno praticamente quattro posti di guida estremamente comodi e pratici.

Mini Countryman John Cooper Works

Marco Del Bo

Avatar

Scritto da Francesca

Kelly Osbourne, manicure di diamanti

Kristen Stewart per Balenciaga, il backstage