Autunno inverno 2007-2008: C.P. Company

Due i temi portanti: lo sportswear urbano e il nuovo formale

Dopo le suggestioni e le metafore della collezione donna primavera estate 2007, torna C.P. Company, che porta la modernità senza tempo nel guardaroba dell’uomo di oggi, cosmopolita e metropolitano, che guarda al passato ma è proiettato nel futuro. La collezione autunno inverno 2007-2008, presentata a Milano Moda Uomo, si sviluppa su due temi portanti: lo sportswear urbano e il nuovo formale.

Nel primo domina il nero, su cui emergono elementi di riconoscibilità, come le lenti dei cappucci delle Mille Miglia, che vengono anche applicate, come oblò, su una tasca sul polso sinistro di alcuni capi. Pelle, tela di nylon, poliestere e panno militare sono alcuni dei tessuti utilizzati per i capi della collezione. Toni più chiari si intravedono su maglie grosse e lavorate, su t-shirt e maglie leggere, pantaloni.

Ricerca e sperimentazione portano a un abbigliamento formale reinventato, con giacche e completi, nei classici tessuti inglesi, come il Principe di Galles, lo spinato e il fil à fil in lino invernale garzato e infeltrito che vengono poi stravolti nel loro aspetto dalla sovratintura in capo al tè e al caffè.
Diventa denuncia di una nuova visione del vestire formale anche l’abbinamento proposto con pantaloni derivati dal mondo del lavoro e le maglie leggere e preziose, mutuate dalle felpe, tinte Fast Dye, tecnica di tintura veloce che crea tridimensionalità ed effetto melange. La gamma di colori va dal marrone al panna, al grigio e allo stucco, con sfumature e tonalità date dalle tinture e trattamenti in capo.

Avatar

Written by Redazione

Cucina mon amour, i corsi de Le Tamerici

Macef: 2.611 espositori