Milano Moda Uomo: si chiude la kermesse milanese

Giorgio Armani, Fendi, Dsquared2 tante le collezioni Autunno Inverno 2008-2009 che hanno animato la giornata di martedì

Eleganza a tutti i costi. E’ questo il minimo comune denominatore delle passerelle di Milano Moda Uomo per l’Autunno Inverno 2008 2009.
La kermesse milanese ha chiuso il sipario non prima di dare spazio a nomi come Giorgio Armani, Fendi, Dsquared2 e molti altri ancora.

Se Iceberg non rinuncia all’eleganza chic, colorata e mai ingessata, Belstaff racconta un uomo al carbonio sfidando la tecnologia, seguito da Gazzarrini che rilancia il modello “armatura”.

Evisu si da allo sport firmando i jeans nero-azzurri, in edizione speciale per l´Inter mentre Etro sposa la causa in difesa della terra e dei suoi prodotti trasformando la passerella in in un orto vero, con patate, lattughe, carote e tante altre verdure riprese, con grande senso del lusso, nelle stampe degli abiti.

L’uomo firmato Marni ha uno stile essenziale ma denso di personalità. Rivoluzionario e anticonformista stupisce con la giacca con piccoli rever chiusa davanti.
Tessuti tecnici, linee estremamente pulite la creatività sta negli accessori: la classica cartella a mano, il coprispalle di lana, occhiali dalle montature avvolgenti e resina bicolore, calzature arrotondate, borse bauletto, sciarpe e berretti minimi.

Il duo di DSquared2 porta in passerella la strada un po’ punk un po’ workwear dedicato ai cattivi ragazzi. 
Jeans che sembrano stinti, bretelle borchiate, stivali anfibi alti fino ai pantaloni da biker tutto rivisitato con colori accesi che sanno come stupire.

Anni Settanta per l’A/I 08/09 di Fendi che colora l’eleganza con tonalità mai aggressive.
Beige, grigi e petrolio per mise lussuose che prendono in prestito dal guardaroba femminile stole e pochette per un look delicato e sopra le righe.

Per finire il glamour firmato Giorgio Armani.
Un perfetto gentlemen Anni Trenta con tanto di guanti e cappello.
Tessuti preziosi e soffici, soprattutto velluto, per capi che non costringono ma definiscono le linee del corpo.
Per il grande freddo Re Giorgio propone il pantalone in matelassé da indossare con la giacca in pelliccia e da infilare dentro agli stivali.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter
 

Avatar

Written by Redazione

Ermenegildo Zegna: nuova sede e collezioni autunno-inverno 2008-2009

Ecco MacBook Air