Milano Moda Uomo, le sfilate di lunedì

Primavera estate 2012

Sabato e domenica hanno regalato spunti interessanti per gli appassionati di fashion al maschile.
Eccoci allora ripercorrere le novità della primavera estate 2012 presentate durante la terza giornata di  Milano Moda Uomo.

Per la collezione targata Dirk Bikkembergs Sport Couture la passerella si trasforma in una piscina olimpionica. A farla da padrone fisico scolpito, meglio se in evidenza, fasciato in abiti prevalentemente total white. Il materiale più utilizzato è la spugna alla quale si aggiunge l’immancabile jersey e il neoprene rubato direttamente dai costumi dei campioni di nuoto. Non mancano lampi di colore, il rosso, il verde smeraldo, in rosa e per la sera fasce da smoking nere impreziosiscono il tuxedo rigorosamente bianco.

Eleganza trasandata da Iceberg dove Paolo Gerani porta in passerella capi stropicciati, dall’anima vissuta. Un Bohèmienne contemporaneo che cura il suo look nei minimi dettagli, abiti leggeri, destrutturati declinati in colori freddi ed elettrici con nuences di grigio, blu, azzurri polverosi, punti ocra, arancio e bluette. Uno stile finto trasandato decisamente cool.

John Richmond presenta una primavera estate 2012 che sorprende con tocchi fluo e pelle fatta di giacche destrutturate a tinta unita o con ricami a contrasto per il giorno, con ricami ton su ton per la sera impreziosite da cristalli.

I gentlemen di Gucci non rinunciano a abiti sartoriali dal gusto british anni ’60. Dandy aristocratici che indossano completi dalla silhouette asciutta il giorno e blazer tuxedo abbinati a pantaloni in seta la sera. Fantastici gli accessori gemelli in oro bianco, papillon in seta, maxi bag e borse dalle forme geometriche e per finire occhiali da sole in pelle.

Viaggiatore romantico l’uomo di Etro. La palette cromatica, da sempre iconica per la Maison, tocca le sfumature del blu, arancio, lavanda, giallo mimosa, fragola e mora oltre naturalmente a stampe scanzonate. Maglie dalle spalle scivolate e poi ancora giacche costruite, sartoriali e pantaloni morbidi e divertenti.

Dopo la collezione Dolce&Gabbana Milano Moda Uomo, Domenico Dolce e Stefano Gabbana presentano la primavera estate 2012 di D&G. Giovane com’è giovane il brand e il target di riferimento, troviamo capi di abbigliamento e accessori glamour.
Il foulard è  il tocco chic che impreziosisce giacche, t-shirt, bomber, shorts e moltissimi altri capi, poi ancora spazio al denim e costumi da bagno per sfoggiare il look curato e esaltare il fisico prestante.

Canali strizza l’occhio all’Indiacon una collezione dalle atmosfere  sospese tra misticismo e realtà.
Ricercata, ricca e colorata la collezione primavera estate 2012 ha un’essenza nuova e uno stile al di fuori di regole.
La giacca, che ha spalle morbide, si accorcia, i pantaloni, asciutti nell’abito, si ammorbidiscono e si allargano quando si accompagnano alle giacche.
Importanti i tessuti e le lavorazioni. I colori si mescolano tra di loro in un gioco di contrasti. Fucsia, verde smeraldo, turchese, arancione, rosso e rosa si contrappongono alle fibre naturali per poi passare alle fantasie, microdisegni geometrici e floreali, righe tono su tono, e moderni quadri a trama grossa.

La collezione Z Zegna per l’estate 2012 presenta linee fluide. I capi favoriscono la libertà di movimento e interpretano le esigenze dell’uomo contemporaneo.
Giacche doppio petto corte e smilze, a uno o due bottoni, blouson e giubbini, poi ancora pantaloni asciugati e stretti oppure ampi alla marinara. A completare il look camicie dal collo a V o sciallato oppure T-shirt con scollo diritto,  peacoat, parka e impermeabili ampi disegno ‘A shape’.
Il bianco diventa vivo accostato al verde lime, al blu topazio chiaro e scuro, al castano vimini, al giallo girasole e rischiara una scaletta di grigi e blu marina. I colori compongono tanti disegni geometrici su fondi vivaci, motivi a righe che sembrano stampati a rullo, quadri sfumati e piccoli temi astratti.
“Come nel quotidiano arriva il momento di vivere con spensieratezza, scegliendo quello che ci indica la nostra natura più profonda, – ha dichiarato Alessandro Sartori, Direttore Creativo dell’intera linea Z Zegna – così nella collezione il pensiero e il rigore alla base della sartorialità si fondono in una ritrovata leggerezza fatta di colori e passioni del cuore. ”

Sarah Burton per Alexander McQueen, reduce dal successo “reale”, porta in scena a Milano Moda Uomo una collezione ideata pensando a uomini  tutti di un pezzo nello spirito e nel look.
Troviamo dunque giacche rigorose abbinate a pantaloni altrettando rigorosi che l’unico vezzo che si concedono sono stampe  a contrasto e lampi di colori mai banali.

Chiude la giornata Versace con una collezione primavera estate 2012 che sembra essere un remake degli anni d’oro. Chiodi di pelle nera e stampe barocche, camicie di seta, pantaloni a vita alta, sandali di vernice con le borchie dorate e completi decisamente chic.
Chicca della passerella, oltre a un parterre di star, l’uscita di Donatella con un abito della collezione Versace for H&M firmata da lei per il brand low cost svedese, in vendita dal prossimo novembre.

Tra le sfilate della giornata anche Nicole Farhi.

Avatar

Scritto da Francesca

Lascia un commento

Takashi Murakami celebra l’inizio dell’estate

Versace for H&M