Milano Moda Uomo PE 10 le sfilate di domenica

La primavera estate 2010 da Bottega Veneta a Gucci passando per Vivienne Westwood e molti altriAbbiamo seguito le sfilate di Frankie Morello e Carlo Pignatelli Outside, tante sono state le altre passerelle dedicate alla primavera estate 2010 secondo Milano Moda Uomo.

Bottega Veneta ha presentato a Milano una collezione dedicata a un uomo rilassato, sexy e romantico.
Sul catwalk si sono alternate mise curate pensate per soddisfare le esigenze di un uomo che si muove in barca tra Portofino e Saint Tropez.
Giacche sartoriali da indossare con un pantalone a V stretto e risvoltato alla caviglia, cardigan in sfumatura militare da abbinare a shorts in nylon, capospalla destrutturati da sdrammatizzare con pashmine rigorosamente colorate.
I piedi sono nudi sia con i sandali intrecciati alla pescatora sia con i mocassini di vitello verniciato ideali per le serate più speciali.

Nuova interpretazione del look formale per Gucci. La primavera estate 2010 si tinge di  tessuti cangianti, motivi astratti e fantasie geometriche e psichedeliche tono su tono.
Frida Giannini accosta alle classiche pelli Gucci nuovi materiali come neoprene e nylon per capi sportswear e out wear.
Grandissima attenzione al dettaglio sulle maniche degli abiti come sulle borse in versione maxi o sulle calzature in coccodrillo dal gusto retrò.

Fantasie a profusione per l’outfit black & white firmato John Richmond.
Per la prossima stagione lo stilista di Manchester presenta un uomo stropicciato dal look casual che non rinuncia però ai classici dettami maschili.
Giacche e t-shirt si ricoprono di borchie argentate, la camicia mescola righe e quadri e i pantaloni sono spesso colorati.
Infine, le scarpe si portano aperte con il jeans infilato dentro disordinatamente e il dettaglio di stile è una grande clutch rettangolare da portare sottobraccio.

Pirati in passerella per Vivienne Westwood tra mare, lusso e i party più esclusivi.
Protagonisti sono gli Anni Venti declinati con tocchi glamour.
I pantaloni, rigorosamente a vita alta, sono sorretti da bretelle dai colori marinari. Stampe dai motivi esotici che spaziano dai disegni floreali alle grafiche animalier caratterizzano maglie e accessori mentre  le giacche candono morbide senza seguire le linee del corpo.
Colori chiari e freschi colorano di una palette pastello un look vacanziero e per caratterizzare il proprio look l’uomo Vivienne Westwood  non rinuncia ad indossare un turbante abbinato ad un classico papillon.

Gianfranco Ferrè sceglie per la primavera estate 2010 capi rigati, navy e gessati.
Tute dal mood workwear si alternano a un guardaroba classico, ma riletto secondo le chiavi della contemporaneità.
I tessuti vanno dal camoscio e neoprene, al cotone spalmato, cachemire dry e lane bi-elastiche fino a materiali dal mood tecnologico solo in apparenza statici.
Pellami preziosi caratterizzano le classiche cartelle da portare a tracolla e le scarpe, spesso binche, prendono ispirazione dalle sneakers da basket.

Versace porta in passerella la libertà.
La camicia bianca da portare aperta su maglie con stampati diamanti sgranati, gusci di tartarughe o dune del deserto e abbinata a pantaloni morbidi e larghi. Tasselli in passamaneria dal sapore etno-chic vanno ad impreziosire le giacche da sera e spesso sono riprese sulle calzature rigorosamente in vernicie.
Grande spazio agli accessori con borse di tutte le fogge e dimensioni realizzate in tela e cuoio.

In passerella anche Neil Barrett, Alexander Mcqueen  e Giuliano Fujiwara.

Written by Francesca

Gioielli da uomo Emporio Armani

Brioni, décontracté