Milano Moda Uomo AI 2014-2015, giorno tre

Il meglio visto in passerella
Oggi, sotto una pioggia battente, si chiude l’edizione di Milano Moda Uomo dedicata alle anticipazioni dell’autunno inverno 2014-2015.

Dopo aver visto il meglio delle passerelle di sabato e domenica, eccoci a fare un piccolo riassunto delle collezioni protagoniste del lunedì fashion di Milano.

Attesissime, e a ragion veduta, gli show di Emporio Armani, Gucci, Trussardi e il ritorno in passerella di Antonio Marras, ma sono tante le sfilate che hanno saputo conquistare l’attenzione dei fashionisti arrivati nel capoluogo lombardo da tutto il mondo.

La moda davanti a un caffè. Roccobarocco fa sfilare la sua collezione nella sala principale del ristorante Salumaio di via Montenapoleone ricreando una rilassata colazione fra amici appassionati di stile e dove i modelli si aggirano tra i tavoli con un look sofisticato ma quotidiano.
Pantaloni pied de poule si indossano con giacche nere e giubbotti, mentre le giacche di tweed vengono abbinate a pantaloni slim di velluto.
La lana è il materiale di riferimento trattata, decorata e talvolta dall’effetto lucido.

Divertenti e giovani le proposte di Andrea Pompilio. L’ispirazione è una domenica in città e così in passerella sale un nuovo di interpretare l’uniforme attraverso sovrapposizioni inaspettate. Il parka ha le maniche in nylon e l’interno in lapin, la camicia è in cotone rigato ma è trapuntata per essere indossata come una giacca leggera, sopra la maglietta, le felpe sono ricamate di pietre e passamanerie. Le stampe invece sono interpretazioni delle tavole anatomiche delle accademie militari. Tutto ruota attorno al blu navy.
Pompilio si conferma essere uno dei giovani più promettenti del panorama italiano.

L’autunno inverno 2014-2015 di Ports 1961 è dedicato a un uomo dal savoir faire inglese.
I capi corrono lungo due filoni: hi-tech e ricercatezza. Il risultato è una collezione che sa coniugare tecnicismo sportivo e sartorialità, materiali tecnici a texture iper-classiche. Stesso discorso vale per le linee, ora rigide ora over, basti pensare alle mantelle con cappuccio o ai bomber che sfoderano allacciature diverse o le sovrapposizioni di maglie: dolcevita, camicia, felpa.
Disegnata in tandem da Fiona Cibani e Ian Hylton la collezione fa incontrare l’heritage della maison con l’arte cinematografica di Anthony McCall ed è subito glamour.

Kean Etro porta a Milano Moda Uomo un vero e proprio omaggio alla sartoria.
Sulla passerella targata Etro salgono infatti infinite interpretazioni dell’abito tradizionale, linee asciutte, vestibilità attillate, costruzione precisa delle spalle, silhouette compatta.
Il lavoro è sulla scelta dei tessuti, dai velluti ai cotoni, passando per le lane tutto declinato in un arcobaleno di scacchi, pied de poule, galloni digitali e check.

La mission di Andrea Incontri per l’autunno inverno 2014-2015 è “nobilitare la normalità”.
Il mood urbano incontra lo sportswear tradizionale e il risultato sono outfit giovani e informali. Sono i dettagli a riscrivere lo stile classico e così i cappotti doppiopetto non sono solo per uomini in carriera e anche se non sgargianti i colori rendono gli outfit decisamente più accattivanti.

Classico fra i classici, Canali sceglie per il prossimo inverno di sposare un mood romantico.
La palette è giocata sui toni pacati del melanzana, rosa cipria e beige. Accanto a completi di velluto trovano spazio, tute, capispalla vestaglia lunghi e affrancati in vita da cinture morbide, stampe paisley, cardigan robelike e così via.
A impreziosire il tutto ci pensano accessori curanti e inserti preziosi come il visone.

Il lusso non può mancare sulla passerella di Fendi.
Silvia Venturini Fendi, come spesso accade sulla passerella della maison romana, punta tutto sulla pelliccia.
Capi di sartoria incontrano accessori giocosi e dettagli giovanili e sorprendenti.
“Ogni cappotto ha una storia” ha detto la designer. E così il capo icona della prossima stagione è proprio il capospalla, ora reversibile ora realizzato mediante una tecnica speciale.

Avatar

Scritto da Francesca

Golden Globe 2014, red carpet col pancione

Poltrona Frau, promossa in borsa