Milano Moda Donna, si spengono le luci

Soddisfazione tra gli organizzatori

Questa edizione di Milano Moda Donna giunge al termine e Mario Boselli, accanto al Sindaco Letizia Moratti, l’Assessore Terzi e il dott. Accornero, tira le somme confermando il successo ottenuto a settembre.

Il Fashion Hub presso Palazzo Giureconsulti, l’allestimento della nuova tensostruttura ‘Sala Duomo’, il  calendario rinnovato e una città sempre più pronta ad accogliere con entusiasmo il fashion system sono stati gli ingredienti di un’edizione della Settimana della Moda che fa guardare al futuro con grande ottimismo.

“Sono molto soddisfatta, ancora una volta – ha detto il Sindaco Letizia MorattiMilano ha conquistato le luci della ribalta internazionale. La moda è un insieme di tante voci. È bellezza e talento. Con Milano Loves Fashion abbiamo dato alla Settimana della Moda un’impostazione innovativa, giovane, una cornice che ha racchiuso gli eventi pensati e realizzati per creare business, occupazione e per promuovere lo sviluppo”.

“La moda, a Milano, genera un business di 28 miliardi di euro, di cui 11 miliardi vengono dalle aziende e i rimanenti da sfilate e fiere – commenta Giovanni Terzi, Assessore alle Attività Produttive, Moda, Eventi e Design del Comune di Milano. – Questi dati confermano la necessità di continuare a sostenere un settore così strategico per la nostra città “. 

“Il design e la moda per Milano e la Lombardia – ha dichiarato Marco Accornero membro di giunta della Camera di commercio di Milano – rappresentano un elemento di attrattività internazionale sul quale occorre investire con una “logica di sistema”, per rafforzare la competitività delle nostre imprese e del nostro territorio”.

Con questa edizione di Milano Moda Donna – ha commentato Mario Boselli, Presidente di CNMI abbiamo confermato le grandi novità di settembre, potenziandole con un’ulteriore apertura verso la città. Un calendario di 7 giorni pieni e una nuova sala allestita in Piazza Duomo, nel cuore di Milano, che ha affascinato tutti raccogliendo un consenso unanime e ospitando 7 sfilate. Gli stilisti hanno dato il meglio e la città ha risposto con grande entusiasmo, contribuendo a realizzare una delle edizioni più dinamiche degli ultimi tempi. A ulteriore conferma di ciò, molti addetti ai lavori mi hanno fatto notare che, purtroppo, è già finita!”.

Written by Francesca

John Galliano licenziato da Dior

L’Ansaldo “Sumisura”