Milano Moda Donna PE 2015, giorno sei

Il meglio visto in passerella

In queste ore si sono accesi i riflettori sull’edizione di Mode à Paris dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2015.

Dopo New York, Londra e Milano, sarà infatti Parigi a ospitare l’ultima kermesse di questo settembre a tutto fashion e a decretare definitivamente i trend della prossima estate 2015.

Prima di spostare anche noi l’attenzione sulle passerelle della Ville Lumière, dopo aver seguito giorno dopo giorno Milano Moda Donna, eccoci a mostrarvi il meglio dell’ultima giornata della manifestazione meneghina.

Come da tradizione dedicata alle nuove proposte ecco che ieri, lunedì 22 settembre, Milano Moda Donna ha dato voce a due designer del progetto N-U-DE New Upcoming Designers, Leitmotiv e Alberto Zambelli, Grinko e Heohwan Simulation.

Il progetto N-U-De, in quasi 20 edizioni, ha dato voce negli anni sia ai talenti italiani sia a quelli internazionali e dando loro l’opportunità unica e concreta di sfilare a condizioni molto agevolate davanti ai rappresentanti della stampa e dei buyer più importanti a livello mondiale.

Stile allegro, giovane, energico quello proposto dal due creativo, composto da Fabio Sasso e Juan Caro, di Leitmotiv. La primavera estate 2015 si tinge di colori pop e riferimenti artistici. In passerella anche la capsule collection di gioielli creata da Leitmoticon per Stroili.

Alberto Zambelli invece porta in passerella una collezione dalle proporzioni quasi scultoree, contrasti di black and white e tra maschile e femminile, abiti dalle trasparenze delicate di chiffon alternati a capi dal rigore geometrico caratterizzati da stampe antropomorfe. Il risultato è signorile e sofisticato.

Il designer di origine russe, Sergei Grinko porta sulla passerella di Milano Moda Donna una collezione contemporanea ispirata alla situazione politica mondiale ma anche alla pittura astratta di inizio Novecento di Kandinskji e Matisse.
Linee morbide, stoffe sovrapposte, lunghi gilet, tagli asimmetrici e inserti swaroski. A rendere ancora più d’impatto le proposte per la prossima stagione ci pensano grandi occhi e grandi lacrime, realizzati in silicone, utilizzati come fil rouge di stampe dei tessuti e negli accessori.
Look femminili e molto ricercati, che si abbinano talvolta a capi di abbigliamento dal gusto più sportivo.

Infine, Heohwan Simulation e le sue creazioni comode e ispirate al mondo dello sport. Per il designer coreano la primavera estate 2015 si tigne di tonalità fredde adatte alla stagione invernale e dedicate al futuro nel senso lato del termine, tra Blade Runner e l’omaggio ai grandi couturier degli anni ’60.

Nella nostra gallery tutto il meglio di lunedì 22 settembre, sesto e ultimo giorno di Milano Moda Donna.

Written by Francesca

Casa Milan, boom di incassi

Matrimonio Canalis, l’abito all’asta