Milano Moda Donna PE 2014, sabato

Cosa abbiamo visto in passerella

La giornata di ieri, sabato 21 settembre 2013, a Milano Moda Donna è stata ricca di appuntamenti davvero da non perdere.

La fashion week milanese, al giro di boa, ha riservato agli addetti ai lavori creatività e buon gusto, ottime premesse per colorare la prossima primavera estate 2014 all’insegna dell’ottimismo e della crescita.

A inaugurare la quarta giornata Bottega Veneta con la sua collezione dedicata a nobildonne contemporanee poi la sofisticata pin-up di  Ermanno Scervino impegnata in vacanze di lusso da trascorrere tra giornate in yacht e party esclusivi fino al  “maschile iper femminile” di Roberto Cavalli.
Non è mancata poi l’esattezza assoluta di Jil Sander, Aquilano.Rimondi che, dopo la sfilata di Fay, hanno presentato la propria linea confermandosi portavoce di una nuova era volta all’eccellenza, Emilio Pucci, Moschino e Philipp Plein.

Nel tempio della moda, il quartier generale di Armani in via Bergognone, è andata in scena la passerella di una giovane ma ormai affermata promessa del fashion made in Italy: Stella Jean. Tra gli altri Angelos Bratis, Cividini e Gabriele Colangelo ispirato all’arte giapponese della fabbricazione delle ceramiche Raku, tra venature tridimensionali e pennellate di colore.

Se lo stilista greco Angelos Bratis ha fatto il suo debutto alla settimana della moda di Milano con una collezione primavera estate 2014 chic e sofisticata portato di passerella abiti fluidi e ricchi di dettagli Stella Jean è un trompe l’oeil culturale valorizzando la sua collaborazione con l’agenzia dell’International Trade Center.

E’ così che in scena vanno abiti dai tessuti tipicamente africani, i suoi sono realizzati a mano in Burkina Faso, e dalle linee che ricordano le estati in Costa Azzurra degli anni ’60 fino ai blazer British.
Un caleidoscopio di colori illumina un interessante il gioco dei volumi: gonne a ruota si indossano con bustier mini, tubini al ginocchio si abbinano a camicie maschili o cappe over. I pantaloni sono a sigaretta o lunghi e larghi e poi ancora abiti con tagli anni ’50 e lunghe gonne a sirena.
Foglie, frutti e zebre ma anche cristalli e paillettes raccontano un’estate 2014 dal sapore esotico e per questo ancor più accattivante. Una collezione perfetta che è valsa a Stella Jean la consacrazione tra i big, parola di Anna Wintour, Suzy Menkes oltre naturalmente a Re Giorgio, padrone di casa e appassionato di nuovi talenti.

Nella nostra gallery il meglio della quarta giornata di Milano Moda Donna.

Avatar

Written by Francesca

Porto Cervo Food Week 2013

Salone di Francoforte 2013: Volvo Concept Coupé