Ermanno Scervino

Lo stilista fiorentino presenta la sua Primavera Estate 2009

Ermanno Scervino presenta la sua collezione Primavera Estate 2009  a suon di abiti bustier due spanne sopra al ginocchio, tutti un drappeggio e un plissé, alternati a mise di chiffon, legati a mo’ di pareo, caftani o lunghe tuniche e tute in voile di seta dal grigio al bluette con linee morbide.
Vestiti sensuali con tagli al vivo, dove i volumi vaporizzati degli orli trasformano la sperimentazione stilistica in decoro raffinato ed elegante, in dettaglio unico e ricercato.

Per Ermanno Scervino il nero vince sul bianco come l’oro sull’argento e, perfettamente in linea con il dna della maison anche per la prossima estate, le creazioni stupiscono la femminilità col sapore d’altri tempi.
Non più tessuti. La seta, il lino e la stoffa diventano oggetti tridimensionali su mini-abiti, giacche e camicie che alternano trasparenze a ricche decorazioni.

Come in ogni collezione, è la cura del dettaglio a caratterizzare le creazioni e così anche per la Primavera Estate 2009 troviamo linee semplici e oblique che si affiancano a lavorazioni articolate di pizzi e jabot per gli abiti dalle gonne scampanate.
Non mancano trame doppiate di seta e raso, accostamenti di tessuti tecnici e fibre nobili, intagli al laser e, naturalmente, i ricami sono ulteriormente impreziositi da mix&match inusuali come la paglia all’uncinetto montata con il coccodrillo.

‘Must to have’ per la prossima stagione estiva: il bracciale, grande, in oro o nero, etnico e borchiato, che, accompagnato dagli accessori in tema, ammalia e seduce amplificando la femminilità.
Le borse per Scervino sono over e morbide, piccole e squadrate caratterizzate dall’effetto naturale della rafia o della iuta con dettagli preziosi o inserti plexi.

Avatar

Written by Francesca

L’uomo eroe di Gazzarrini

La Copa Agua Alta