Milano Fashion Week Women 2019 sostiene i giovani stilisti: ecco chi sono

Ci sono Luca Lin e Galib Gassanoff, vincitori del concorso Who is on next? 2017, poi c’è il bolognese Marco Rambaldi. E ancora Gilberto Calzolari, vincitore del premio Franca Sozzani per il designer emergente agli Oscar della moda ecologica Green Carpet 2018. Sono alcuni dei giovani stilisti che Milano Fashion Week Women 2019, ai nastri di partenza il prossimo 19 febbraio, ha scelto di sostenere. Tra di loro alcuni nomi ancora relativamente poco noti ma che hanno fortemente impressionato gli addetti ai lavori, come la giapponese Chika Kisada e del brand milanese Ultràchic.

abito Santa Cruz collezione 2019 Rowen Rose
The Antoinette mules collezione 2019 di Andrea Mondin

La Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI) ha sempre sostenuto i giovani stilisti

«Questa stagione il calendario è davvero molto ricco, con tanti nuovi nomi italiani e internazionali. C’è un forte sostegno nei confronti dei giovani», ha sottolineato Carlo Capasa, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI). L’ente che dirige la moda italiana ha sempre permesso a una selezione di nuovi brand di sfilare durante la fashion week. A ciò si aggiunge per questa stagione il supporto del CNMI Fashion Trust, un’entità senza fini di lucro della Camera italiana, finanziata da un gruppo di filantropi e imprenditori, creata la scorsa estate per accompagnare i talenti più promettenti del made in Italy attraverso un programma di tutorship, Fashion Hub, dal 20 al 24 febbraio, aperto al pubblico (su prenotazione). L’iniziativa, ospitata presso lo Spazio Cavallerizze, che accoglie già numerose sfilate, realizzerà anche delle conferenze e l’ottava edizione del Fashion Hub Market, permettendo ai brand emergenti di presentare le loro collezioni. Per febbraio sono stati selezionati 12 nomi: 16R Firenze, Andrea Mondin, Angelia Ami, Ara Lumiere, Chakshyn, Dhruv Kapoor, Federico Cina, Kartikeya, Moon Choi, Moon J, Retropose e Rowen Rose.

Abito Balmain (fashion week 2019) e cappello bianco firmato Ara Lumiere
Collezione 2019 ”Romagna Mia” firmata Federico Cina

Le possibilità offerte dal CNMI per gli stilisti emergenti

Lo scorso settembre, la CNMI ha stipulato un accordo con The Hungarian Fashion & Design Agency, dando la possibilità a otto brand ungheresi emergenti di presentare le loro collezioni alla Fashion Week di Milano presso il Fashion Hub. Inoltre, la CNMI collabora anche con la Cina, in particolare con la città di Xi’An prendendo parte all’iniziativa della ‘’Xi’An International Fashion Town’’. Alla chiusura dell’evento che si terrà il del 24 febbraio, sarà indetta la premiazione ai migliori giovani brand selezionati all’interno del Fashion Hub Market da parte della Camera Italiana dei Buyer. Non tocca che aspettare il verdetto per vedere chi sarà la giovane promessa della moda italiana.

Collezione 2019 Moon Choi completo a due pezzi taglio sartoriale
Avatar

Scritto da chiaradinunzio

La Val di Noto in “Sicilia. Noto, dentro e fuori”

Bebe Rexha, alcuni stilisti si rifiutano di vestirla: gli stereotipi 2019 del mondo fashion