Milano Fashion Week estate 2016, il debutto di Arthur Arbesser da Iceberg

Il brand targato Gilmar riparte dal suo core business: la maglia

Insieme a Emilio Pucci e Roberto Cavalli, anche la sfilata Iceberg era tra le più attese della Milano Fashion Week.

La passerella dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2016, andata in scena venerdì 25 settembre, terzo giorno della kermesse milanese, ha segnato infatti il debutto di Arthur Arbesser alla direzione creativa della maison targata Gilmar.

Il designer austriaco, che a soli 33 anni, è già riuscito a conquistare gli addetti ai lavori facendosi inserire tra i nuovi designer più talentuosi si ritrova per le mani un compito difficilissimo ovvero ridare a Iceberg l’allure che aveva quando negli uffici stile governavano persone del calibro di Marc Jacobs e Jean-Charles de Catselbajac.

E così per la primavera estate 2016 Arthur Arbesser parte dalla maglieria, elemento fondante dell’azienda che proprio quest’anno, come Armani, compie 40 anni.

Il risultato è una collezione grafica, colorata e contemporanea soprattutto grazie all’utilizzo di contrasti e dettagli d’impatto.
I capi, facili e ben pensati, che sono saliti sulla passerella di Iceberg non fanno che confermare che la scelta di Arbesser non può che essere vincente.

Nella nostra gallery potrete scoprire tutte le creazioni presentate da Iceberg durante la terza giornata di Milano Fashion Week dedicata alle anticipazioni della moda donna per la primavera estate 2016.

In occasione dell’ultima giornata di Milano Fashion Week, Arthur Arbesser ha presentato la collezione per la prossima estate 2016 della linea che porta in suo nome.

Arthur Arbesser alla sfilata Iceberg, primavera estate 2016 - Milano Fashion Week

Written by Francesca

Calendario Lavazza 2016

A Lugano, i pericoli di Internet e le possibili soluzioni