Milano Design Week 2019 visionaria: se nel 2041 tutte le città fossero interamente di legno?

Milano caput mundi. E’ proprio il caso di dirlo, Milano diventa sempre più meta per appassionati di arte, cultura, moda e design. Ogni anno, nel mese di aprile, seguono la Milano Fashion Week il Salone Internazionale del Mobile (9 – 14 aprile 2019) e Fuorisalone (8 – 14 aprile 2019), due eventi che definiscono la Milano Design Week, l’appuntamento più importante al mondo per design addicted nazionali e internazionali.

Quest’anno, con oltre 2.500 espositori, un’area espositiva di oltre 270.000 metri quadrati e migliaia di nuovi prodotti presentati in anteprima, il Salone è la fiera di riferimento a livello internazionale, con oltre 434.000 visitatori provenienti da ben 165 paesi. Collaterale ma tutt’altro che secondario è Fuorisalone: una Milano a due facce tra mostre ed arte, shopping & cocktail party, dj set, feste internazionali ma, soprattutto, tanta creatività, emergente e non.

Il Fuorisalone è l’occasione per giovani talenti emergenti e non del panorama internazionale del design per esporre i propri prodotti. Il designer è, per natura, assetato di innovazione e, per far esempio, il Giappone sta prendendo la missione davvero seriamente. Parliamo di legno e quindi di ecologia, parliamo di ricerca di prodotto durata anni e di un grande obiettivo: costruire entro il 2041 una torre interamente di legno in grado di rivoluzionare l’edilizia abitativa. Non è fantascienza, è il progetto “W350” di proprietà dell’azienda giapponese Sumitomo Forestry Group, fondata nel 1615 e considerata leader a livello mondiale nella lavorazione del legname.

Sumitoro Forestry Group Installation

Per la prima volta alla Milano Design Week Sumitomo Forestry Group presenterà i risultati di anni di ricerca investiti nell’impegno per la tutela ambientale, ideando il continuo rinnovo degli alberi utilizzati per generare i prodotti. Al Fuorisalone 2019 verrà presentata una collezione di design dove gli elementi modulari dalle forme ovali hanno come obiettivo quello di rendere più naturali e funzionali gli ambienti abitativi. Una presenza che sarà occasione per catturare ulteriori dati statistici forniti dal pubblico stesso: l’installazione mostrerà, infatti, come è possibile beneficiare dei “sette vantaggi” che il legno può produrre.

W350 – Il grattacielo più alto al mondo batte ogni record, l’anteprima alla Milano Design Week 2019

Il grattacelo si guadagnerà il primato sotto molti punti di vista. L’altezza, tanto per cominciare, ben 350 metri per i quali serviranno 185mila metri cubi di legname che si ergeranno su 455mila metri quadrati: tutto per creare 70 piani di struttura ecologica. L’innovazione edilizia e il sogno di un futuro green non sono certamente a costo zero. Secondo le stime della Sumitomo, W350 costerà 600 miliardi di yen (circa 4,5 miliardi di euro), il doppio rispetto a un edificio di pari dimensioni costruito con cemento, acciaio e vetro. Design e ambiente, però, non sono mai stati così vicini.

Avatar

Scritto da Natalina Ginsburg

Da personaggio Tv a modella e influencer: intervista a Katia Ferrante

Milano Fashion Week 2019: le creazioni degli studenti per riflettere su amore e bellezza