Mercedes F 700

La casa automobilistica tedesca presenta DiesOtto il meglio del motore diesel e benzina per una berlina che stravolgerà il modo di viaggiare
Ciò che rende unica la Mercedes F 700 oltre alle linee e alla cura dei dettagli è l’adozione dell’innovativo DiesOtto, un motore a benzina che in certe condizioni è in grado di funzionare come un diesel.

Con il concept F 700 Mercedes ridefinisce il concetto di raffinatezza.
Infatti, questa ammiraglia del futuro abbina ad un eccellente livello qualitativo con un bassissimo impatto ambientale, prestazioni al vertice e consumi eccezionalmente bassi.

La vera chicca della F700 è il fmotore, un quattro cilindri di soli 1800 centimetri cubici che sviluppa una potenza di 175 kW/238 CV ed una coppia massima di 400 Nm, supportati inoltre da un sistema ibrido da 15 kW/20 CV.
Capace di accendere la miscela aria-carburante spontaneamente, il dispositivo è in grado di sfruttare le elevatissime temperature di iniezione combinando i vantaggi delle basse emissioni di un propulsore a benzina, con i bassi consumi di un diesel e garantendo prestazioni di lusso, tanto che raggiungere i 100 km/ h in soli 7,5 secondi.

Grazie al sistema PRE-SCAN la Mercedes F 700 è in grado di riconosce anticipatamente le condizioni del manto stradale affrontando i fondi dissestati e irregolari isolando perfettamente l’abitacolo.
Altrettanto rivoluzionario è il SERVO-HMI dal display studiato per non danneggiare la vista, il numero di controlli ridotto e la struttura dei menu più semplice per rendere le operazioni a bordo più rapide ed intuitive.

Pur rimanendo vicina all’identità del marchio Mercedes-Benz, la F 700 spicca per i dettagli futuristici.
Gli interni sono studiati per garantire il comfort assoluto. I sedili sono REVERSE, poltrone singole posizionabili in numerose configurazioni, anche nel senso opposto a quello di marcia.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Solar Impulse: l’aereo solare

Il nuovo dessert più caro al mondo