Melania Trump: i look alla Jackie Kennedy

La first lady si ispira alle icone che hanno assunto in passato l’incarico, look a confronto

Per essere una first lady bisogna innanzitutto avere uno stile impeccabile, lo sa bene Melania Trump, che pare abbia preso spunto dalle precedenti donne della Casa Bianca.Forse è proprio per questo che Melania non sbaglia un colpo, con i suoi tubini perfetti sempre sostenuti da una maxi cintura, i suoi cappottini bon ton e i tacchi vertiginosi.

Simili

Per il ricevimento a Buckingham Palace, Melania Trump aveva indossato un abito bianco di Dior. Un look molto simile a quello che Jackie Kennedy sfoggiò al cospetto di Sua Maestà nel 1961. L’abito rosso alla Casa Bianca dal gennaio 1961 al novembre 1963, quando suo marito John fu assassinato. Melania Trump ripropone lo stile di Jackie in chiave moderna come: il tailleur pantalone. Lady Kennedy precorre i tempi indossandolo nel 1970. Melania Trump e Jackie Kennedy amano i colori forti. Eccole in un outfit fucsia, la prima nel 2017 a New York, la seconda in India nel 1962. Insomma, due super first lady che sembra abbiano tanto in comune e non solo nello stile.

La nuova Jackie

Donald Trump ha paragonato sua moglie Melania a Jacqueline Kennedy Onassis, suscitando l’ira dei fan della moglie di Jfk. Trump nelle ultime interviste l’ha definita la nuova “Jackie O”, attirandosi un’ondata di critiche. Ma soprattutto ignorando il confronto scomodo. Melania come Jackie O è perseguitata dall’essere sposata da un marito accusato di ripetuti tradimenti. Melania e Jackie sono due donne dall’apparenza impeccabile, alle quali viene riconosciuta un grande forza d’animo. Una compostezza che, mettono in evidenza alcuni osservatori, è talvolta forzata dalle numerosi situazioni scomode.

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

Tiffany si è stancata delle donne e punta tutto sugli uomini. Ci riuscirà?

Tiffany si è stancata delle donne e punta tutto sugli uomini. Ci riuscirà?

Elisabetta Canalis ha bevuto l'elisir di eterna giovinezza

Elisabetta Canalis ha bevuto l’elisir di eterna giovinezza