Alexander McQueen e Ann Ray: 13 anni riassunti in più di 40.000 scatti

Tra il 1998 e il 2010 Ann Ray ha fotografato il prima, il dopo e il durante le sfilate di Alexander McQueen. Il risultato sono oltre 40.000 scatti analogici che raccontano la storia della moda contemporanea.

Connubio Perfetto

La fotografa francese Ann Ray ha incontrato lo stilista inglese Alexander McQueen nel 1996, anno in cui lui diventò direttore artistico di Givenchy. Tra il 1998 e il 2010, anno della sua morte, lo ha fotografato nel suo atelier prima, durante e dopo le sue epiche sfilate. Avevano in comune una passione per i film di Kubrick ed entrambi ammiravano il lavoro fotografico di Richard Avedon e Irving Penn.

Il Festival: Rencontres d’Arles

L’archivio completo di Ray catalogato sotto l’etichetta McQueen si compone di oltre 40.000 fotografie, tutte scattate in analogico. Alcune, inoltre, sono state realizzate con tecniche fotografiche del passato, come la zincatura bicromata e il bromolio, dando vita a risultati particolarmente eterei e sognanti. Ray ha oggi deciso di esibire il suo lavoro all’interno di Rencontres d’Arles, celebre festival di fotografia che si tiene ogni anno nel Sud della Francia.

The Unfinished Lee McQueen

Chiamata The Unfinished Lee McQueen, all’interno della mostra sono visibili delle fotografie di diverse dimensioni, espediente che ha permesso alla fotografa di analizzare tutti gli aspetti della vita nell’atelier di Alexander McQueen, dalle sue eccezionali doti come artigiano alla genialità degli accessori, tra piume, angeli e trucchi scenografici.

Luxgallery consiglia: Modelle emergenti conquistano il mondo dello spettacolo: Greta Bisogni

 

Avatar

Scritto da Erika Barone

Greta Bisogni

Modelle emergenti conquistano il mondo dello spettacolo: Greta Bisogni

Chanel Cruise 2020

Chanel sfila senza Karl Lagerfeld: la prima collezione di Virginie Viard