Mauritius: delizie in riva al mare

L’arcipelago vanta un’ottima tradizione gastronomica nata da contaminazioni diverse e la cucina d’eccellenza dei resort più esclusivi

Vi abbiamo parlato qualche giorno fa del club vacanze all’avanguardia che verrà inaugurato il prossimo anno alle Mauritius. Chi non vuole aspettare così tanto ma ha in programma un viaggio nell’arcipelago per questo inverno, ha comunque a disposizione una vasta scelta di strutture esclusive. Molti non sanno che, oltre a una bellissima vacanza di mare, vanno incontro a un soggiorno che saprà deliziare i palati più esigenti.

Le isole, infatti, vantano una buona tradizione gastronomica, nata dalla contaminazione delle differenti culture che si sono avvicendate sull’isola e propongono piatti della tradizione creola, francese, cinese, indiana, per arrivare ai tipici piatti tipici e quelli a base di pesce. Ecco alcuni suggerimenti per scegliere al meglio.

Alta cucina al ristorante dell’hotel Le Saint Géran con i piatti creativi di Alain Ducasse e al ristorante del Le Touessrok. L’hotel Dinarobin, che propone soggiorni a base di golf e benessere, mette a disposizione degli ospiti piatti della tradizione reinterpretati da Stefano Fontanesi. Ben quattro i ristoranti del Domaine Les Pailles – che ospita anche una distilleria di rum – che propongono cucina indiana, cinese, italiana ed europea.

Nella capitale, Port-Louis, troviamo ristornati di ogni genere, come il Namasté che propone cucina indiana o il Caudan Waterfront e i suoi crostacei. Questi e il pesce sono combinati ai prodotti locali a Le Pescatore a Trou aux Biches mentre chi ama il sushi può andare al Le Sakura a Grand Baie. Per chi non può fare a meno di assaggiare i piatti tipici del posto il luogo ideale è la Maison Eureka o la più antica biscotteria delle Mauritius, la Biscuiterie Rault.

Corriere.it

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Milano Fashion Global Summit 2007

Massilia Vintage