in ,

Maserati a Milano Autoclassica 2017: le tre vetture d’epoca da sogno (FOTO)

Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati

Maserati a Milano Autoclassica 2017: le tre vetture d’epoca da sogno presenti nello stand di Rho

È iniziato ieri, a Rho, il fine settimana di Milano AutoClassica; al Padiglione 18, all’interno di uno stand di 260 m2, la Casa del Tridente è presente con una selezione di veicoli storici, una nuova Ghibli GranLusso MY18, una zona Lounge e il Maserati Store, per la vendita del Merchandising Ufficiale Maserati.

Sono tre le vetture che Maserati Classiche ha deciso di esporre nel proprio stand:

  • A6GCS-53. La A6GCS-53, diretta evoluzione della famosa A6G.CS monofaro, costituì anche la base per uno dei Coupé più entusiasmanti per quegli anni. Grazie all’intuizione di Guglielmo Dei, proprietario della famosa Scuderia Centro Sud, la carrozzeria PininFarina realizzo una Berlinetta compatta, marcata dalle ruote di dimensioni importanti e dai grandi tubi di scarico a vista che, ancor oggi, è ammirata per la sua aggressività. La Berlinetta Pininfarina presentata al salone di Torino del 1954 sullo stand del carrozziere, fece da spartiacque tra il mondo delle vetture da corsa e quello delle vetture stradali. Ne furono realizzati solamente 4 esemplari.

    Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati
    Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati
  • 3500 GT. La 3500 GT del 1957 è la prima vettura costruita in “serie” da Maserati e fu presentata al Salone di Ginevra nella versione proposta dalla carrozzeria Touring, che realizzò un coupé classico di grande eleganza e raffinatezza. Aggiornata nel corso degli anni con freni a disco, cambio a 5 marce e impianto di iniezione indiretta, restò in produzione fino al 1964 e nei suoi sette anni di vita ne furono costruiti circa 1400 esemplari.

    Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati
    Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati
  • Nel 1959 alla versione Coupé si affiancava la versione scoperta disegnata da Vignale.
    La Bora fece il suo debutto al Salone di Ginevra del 1971, un Coupé a motore posteriore centrale destinato a prendere l’eredità della Ghibli come vettura di punta della Casa del Tridente in tema di prestazioni. Progettata dall’Ing. Giulio Alfieri e disegnata da Giorgetto Giugiaro, venne inizialmente dotata di un propulsore 8 cilindri a V di 90° da 4.7 litri, a cui si affiancò due anni più tardi anche il motore da 4.9 litri con una potenza di 330 CV. Nonostante il suo temperamento da corsa, caratterizzato da un’ottima accelerazione e da una elevata velocità, la Bora rispettava il comfort di guida derivato dalla straordinaria elasticità del motore e dalla silenziosità dell’abitacolo.

    Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati
    Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati
  • Oltre alle tre esclusive Maserati classiche, è in esposizione una nuova Ghibli GranLusso MY18 che reinterpreta il concetto di lusso in una berlina sportiva, accentuando alcuni dettagli esterni e migliorando il comfort di bordo per guidatore e passeggeri. La ricercatezza delle dotazioni si esprime attraverso l’utilizzo di materiali esclusivi e di contenuti speciali nella migliore tradizione dell’artigianalità italiana. Esternamente la vettura si caratterizza per i proiettori Full LED adattivi, gli inserti cromati sul paraurti anteriore, la scritta “GranLusso” alla base del parafango anteriore, le minigonne in tinta vettura, le pinze freno di colore nero e i cerchi in lega Poseidone da 19”.

Gli interni Ermenegildo Zegna Silk prevedono esclusivi inserti in seta Mulberry per le fodere dei sedili, dei pannelli portiere, del padiglione e della plafoniera luci. A rendere prezioso ed esclusivo questo allestimento, che esprime la vera eleganza della GranLusso, concorrono anche i dettagli sartoriali dei sedili e l’etichetta sulle pantine parasole, uniti alle finiture in legno radica a poro aperto e al volante in pelle con finiture in legno.

La GranLusso prevede di serie i sedili Comfort con regolazione elettrica a 12 vie, la pedaliera e il volante sempre regolabili elettricamente, i sensori di parcheggio, il vano portaoggetti con bloccaggio elettrico collocato davanti al passeggero e il nuovo sistema di chiusura assistita delle porte.

Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati
Photo Credits: Courtesy of Press Office Maserati

La nuova Ghibli MY18 è disponibile anche nell’allestimento GranSport che si ispira alla grande tradizione racing di Maserati e rispondere alle esigenze dei clienti alla ricerca di una maggiore sportività nel segmento delle berline di fascia alta.

 

Avatar

Scritto da Antonio

Lionel Messi in Armani al Golden Boot Gala 2017 di Barcellona

Idee Capodanno 2018: mini-crociere in giro per l’Europa, ecco le principali destinazioni (FOTO)