Marilyn Monroe all’asta

Venduto l’abito di “Diamond Are A Girl’s Best Friend”Nonostante siano passati ben 40 anni dalla sua scomparsa, il mito di Marilyn Monroe continua a esercitare fascino e interesse; a giugno, a Los Angeles è stato battuto all’asta uno dei suoi abiti più memorabili, mentre ad Arona è stata allestita una mostra in suo onore.

Abbiamo parlato dell’asta degli abiti indossati dalla principessa Diana dell’8 giugno promossa dalla Kerry Taylor Auctions; il 12 dello stesso mese a Los Angeles, da Profiles in History, sono stati battuti diversi cimeli appartenuti a grandi star del firmamento hollywoodiano.

Il pezzo più pregiato dell’asta è l’abito rosa di satin indossato da Marilyn Monroe nel film “Gli uomini preferiscono le bionde”, in particolare nella celebre sequenza in cui l’attrice interpreta la canzone “Diamond Are A Girl’s Best Friend”, una tra le scene più memorabili e riproposte della storia del cinema.

Come dimenticare il tributo di Madonna alla diva americana nel video musicale “Material girl”?

L’abito della designer William Travilla, quotato fino a 250mila dollari è stato venduto per 319mila dollari: niente a che vedere però con il vestito che Marilyn indossò in occasione del famoso “Happy Birthday” intonato per John F. Kennedy, venduto nel 1999 da Christie’s per la cifra record di 1 milione e 267.500 dollari.

Dall’1 giugno al 28 novembre 2010, nella settecentesca Villa Ponti di Arona, è prevista “Marilyn Monroe. L’Arte della Bellezza”, mostra che intende evidenziare l’attualità e l’umanità del leggendario mito hollywoodiano attraverso i dipinti, le sculture e le fotografie di grandi artisti internazionali.

L’esposizione comprende abiti, borsette, scarpe e molti altri oggetti appartenuti alla diva, oltre alla serie delle dieci “Marilyn” di Andy Warhol del 1962, i decollage ispirati alla Monroe dell’artista Mimmo Rotella e la raccolta “Marilyn. Bellezza Eterna”, dieci opere di quest’ultimo incorniciate dalla lirica inconfondibile di Alda Merini, che a lei dedicò alcune poesie.

Inoltre si possono ammirare le foto di Giuliano Grittini, i dipinti di Debora Hirsch, Carlo Pasini, Omar Ronda, Tiziano Colombo, le icone dell’artista-fotografo Bert Stern e la seducente scultura in bronzo di Domenico Neri; anche l’artista torinese Ugo Nespolo espone trenta opere dedicate a Marilyn Monroe appositamente per Villa Ponti.

Per informazioni:
Fondazione Art Museo, Villa Ponti di Arona, Via San Carlo 63
Tel 0322 44629
Tel 0331 679893
Fax 0331 329893
e-mail: [email protected]

Written by Monica

Un pranzo da 2.6 milioni di dollari

Napoleone e l’Impero della Moda