Fare la differenza in campo di sostenibilità: I brand beauty che amano il pianeta

La Giornata della Terra 2022 è una scusa favolosa per celebrare alcuni marchi beauty sostenibili che stanno facendo uno sforzo consapevole per fare bene.

La Giornata della Terra 2022 è una scusa favolosa per celebrare alcuni marchi beauty sostenibili che stanno facendo uno sforzo consapevole per fare bene da Madre Natura. L’industria della bellezza è un grande contributore di sostanze chimiche nocive, imballaggi di plastica e altri prodotti che non fanno bene alla terra. Quindi, su una nota più positiva, ecco alcuni marchi di bellezza che sono sono responsabili di creare prodotti trucco e cura della pelle sostenibili.

Drunk Elephant: amabilmente sostenibile

Drunk Elephant: amabilmente sostenibile

Un marchio beauty sostenibile che ha letteralmente conquistato il popolo di Instagram. Infatti con un piano editoriale e la scelta delle influencer giuste Drunk Elephant è una dei più famosi brand di skincare al momento. Complice anche il loro packaging ammaliante che utilizza colori che vanno dal  rosa al verde e il logo riconoscibile. «La sua filosofia è semplice, con un approccio pragmatico alla skincare; usare solamente ingredienti naturali ed efficaci. Importante sottolineare come il brand eviti i sei ingredienti “no-no”; oli essenziali, siliconi, alcool disidratanti, profumi / colorazioni, schermi solari chimici e tensioattivi chimici». L’inci dei prodotti mostra che i suoi ingredienti sono selezionati in maniera scrupolosa in modo da creare formule ottimali per la pelle.

Biofficina Toscana

Biofficina Toscana

Un marchio beauty sostenibile che si esaurisce nel nome: Officina Biologica Toscana. Questo brand vanta un 100% made in Italy grazie ai suoi ingredienti che provengono da piccole aziende agricole toscane, perseguendo la filosofia del km 0 e della valorizzazione del territorio. Le due ideatrici Eva Casagli e Claudia Lami si definiscono «Un’officina di idee e formulazioni di prodotti biologici, innovativi, legati alla Toscana. Confidano nel nostro percorso e nel nostro spirito di squadra. Cordono nello sviluppo di una cosmesi etica oltre che a basso impatto ambientale.

Biofficina Toscana

E vogliono sviluppare i nostri principi e le nostre peculiarità in modo trasparente, conquistando un crescente apprezzamento per il nostro marchio». Le materie prime bio come l’olio di olivello spinoso, il pomodoro, la carota e il kiwi, sono i protagonisti di una linea che comprende trattamenti ecobio per capelli, viso e corpo. I prodotti da non farsi scapare sono: la Maschera-scrub decotto e il burro struccante ai frutti rossi. 

Marchi beauty sostenibili: Florena Fermented Skincare

Marchi beauty sostenibili: Florena Fermented Skincare

Florena è un marchio beauty sostenibile che fonda tutta la sua filosofia di produzione sulla fermentazione. Ecco infatti che i prodotti da loro commercializzati sono naturali fermentati e il brand sceglie ingredienti naturali come oli e fiori, di cui estrae i componenti principali e ai quali aggiunge agenti fermentanti naturali. Come risultato gli inci dei prodotti di Florena mostrano una maggiore concentrazione di principi attivi, un booster naturale ad azione antiossidante. «Le formule sono vegan e composte minimo al 99% da ingredienti di origine naturale, mentre il packaging è stato pensato per contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale». Si meritano sicuramente il podio nella competizione alla sostenibilità. I prodotti da non farsi scappare sono il sapone non sapone e l’olio elisir illuminante.

Marchi beauty sostenibili: Tata Harper

Marchi beauty sostenibili: Tata Harper

Tata Harper è uno dei pochi marchi di prodotti per la cura della pelle di lusso che utilizza solo i migliori ingredienti biologici trovati in tutto il mondo. Secondo il brand, ogni prodotto che realizzano è naturale al 100% e completamente biodegradabile. Il loro Detergente Esfoliante Rigenerante è un ottimo prodotto da provare. È perfetto per l’uso quotidiano e fredderà la tua pelle liscia e luminosa.

Lush

Lush

Conosci il nome e molto probabilmente conosci il profumo iconico di ogni negozio Lush. Questo marchio iconico ha aperto la strada alla bellezza rispettosa dell’ambiente sin dal suo inizio. Il marchio è orgoglioso di utilizzare strategie creative per creare prodotti che non danneggiano il nostro pianeta ma che invece hanno un impatto positivo su di esso. Oltre il 90% degli imballaggi Lush è riciclabile e l’altro 10% è possibile restituirlo in negozio in cambio di un prodotto gratuito. Gli ingredienti all’interno dei prodotti Lush sono prodotti in modo sostenibile e il marchio evita ingredienti che non lo sono, ad es. Olio di palma. Oltre il 70% della gamma Lush è autoconservante.

>> Le 5 maschere idratanti per capelli secchi da fare in vista dell’estate

 

 

Written by Ilaria Di Pasqua

Intervista a Giuseppe Tarantino, chef del ristorante “Corbezzoli” a San Lazzaro di Savena

Le 10 spiagge più belle della Puglia da visitare almeno una volta nella vita