Makeup Museum del WWD: il primo museo di New York dedicato al trucco

Aprirà il prossimo maggio nel Meatpacking District il primo museo interamente dedicato al mondo beauty

“Se siete tristi, se avete un problema d’amore, truccatevi, mettetevi il rossetto rosso e attaccate” Gabrielle Chanel

La notizia arriva direttamente Doreen Bloch, direttore esecutivo e co-fondatore del Makeup Museum del WWD. Aprirà a maggio 2020 in quel di New York, un vero e proprio museo che celebrerà e racconterà la storia del trucco e il forte impatto che, nei secoli, ha avuto l’arte del farsi belle in società.

First

“Voglio sottolineare il notevole impatto che i truccatori hanno avuto sulle norme culturali” Emma Stone

Il Makeup Museum del WWD proporrà una storia vastissima del make-up, percorsa da una serie di mostre a rotazione. Si comincia con Pink Jungle: 1950’s Makeup in America, rassegna dedicata agli anni ’50 e alle grandi icone beauty dell’epoca, da Marilyn Monroe a Greta Garbo passando per Audrey Hepburn. La scelta di iniziare dall’epoca del boom economico è casuale: è stato in quel periodo storico, poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, in cui è nata l’industria del beauty con l’esordio sul mercato di marchi longevi quali: Elizabeth Harden, Helena Rubinstein e Max Factor.

Un po’ di storia

“Il nostro obiettivo è organizzare molte mostre e immergere i visitatori in tempi diversi che spiegano l’impatto che l’universo della bellezza ha avuto su ciascuno di essi” Rachel Goodwin

Durante la storia si sono susseguiti molteplici cambiamenti di stile, nel mondo del make-up, ma l’avvento del cinema e delle star di Hollywood ha cambiato “quasi” tutto. Erano gli anni ’50, i modelli delle epoche precedenti, i reali e le dee dei dipinti, nel ‘900 lasciano il posto alle dive, che diventano vere e proprie icone di bellezza. Il truccatore di Marilyn Monroe, Allan Snyder, in arte Whitey, fu il precursore del contouring realizzato come al giorno d’oggi. Il make-up artist sfumava del fondotinta più scuro su alcune zone del viso di Marilyn per sfinarlo otticamente.

“Promettimi che mi truccherai quando morirò!” Marilyn Monroe al suo truccatore.

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

American Music Awards 2019: Lizzo ha indossato la borsa più piccola del mondo

Helmut Newton, Alexander McQueen, Vivienne Westwood e Yves Saint Laurent: il Fashion tra nudità e peccato originario