Make up autunno inverno 2013-2014

I trend visti in passerella

Da una settimana si è chiuso il sipario sulle fashion week autunno inverno 2013-2014, e dopo aver analizzato approfonditamente le collezioni delle maison più prestigiose, ecco un focus sulle tendenze make up viste sulle passerelle.

A New York, Londra, Milano e Parigi le parole d’ordine sono state nude look, labbra accentuate o nel più classico ed evergreen colore rosso o nella tonalità più dark come prugna,  viola, nero e marrone sempre in perfetto abbinamento con il mood degli outfit. Immancabile lo smokey eye in una sorta di omaggio a Twilight e affini.

Tra i brand portavoce del look “make up no make up”, sicuramente Blugirl, che ha portato in passerella una ragazza cittadina del mondo, che unisce il tartan alla seta e ai simboli giapponesi; il make up è accennato per un finish naturale e fresco.
La make up artist di MAC, Maud Laceppe, ha valorizzato l’incarnato con l’uso di correttore per eliminare le leggere imperfezioni della pelle, pennellate di fondotinta Face and Body e con l’aiuto del Cream Colour Base in Pearl applicato con un effetto leggermente glowy.

Un altro esempio di “trucco non trucco” è il look scelto per la sfilata da Valentino: il make up è nude, opaco e assolutamente impercettibile, mentre l’unico dettaglio di colore è nelle unghie rosso fuoco.

Stessa filosofia per Burberry, che durante la sfilata ha presentato la collezione make up per l’autunno inverno 2013-2014 chiamata Trench Kisses realizzata da Wendy Rowe, consulente artistica di Burberry Beauty, sotto la direzione creativa di Christopher Bailey.
Tocchi di fard dorato sottolineano i dettagli gold sulle palpebre uniti a profonde ciglia nere e occhi definiti, ispirati alla bellezza degli anni ’60, presenti in tutte le collezioni di pret-à-porter e di accessori del marchio.
Per la prima volta vengono presentati lo smalto nella tonalità Sangue di bue e la nuova Matita Kajal Multiuso Burberry, ispirati alla tavolozza colori della sfilata.

Ora passiamo al trucco più strong.

Da Roberto Cavalli, in passerella una donna selvaggia e dall’animo rock, che indossa pellicce, pelle e luminose paillettes: anche il make up e l’hairstyle puntano tutto sulla luce.
Lucia Pieroni per MAC Cosmetics si concentra sugli occhi creando smokey eyes glossy sulle tonalità del nero dallo spirito punk, mentre per ottenere una pelle radiosa, è stata applicata una polvere argentata sugli zigomi. Per contrapporsi allo sguardo strong, le labbra sono naturali, idratate grazie al Lip Conditioner.

Da Marni, Tom Pecheux, make up artist di fama internazionale, ha guidato il team Pro di MAC creando un trucco ispirato ai lavori fotografici di Sarah Moon. Focus sulle labbra, piene al centro ma sfumate nei contorni per cui sono stati utilizzati due colori: il Lip Mix nella tonalità Crimson e il rossetto Hang Up miscelati per creare la nuance giusta. Il tutto è stato fissato da Basic Red in una sorta di gradualità del colore sfumato verso i confini delle labbra rigorosamente opache.

Raf Simons ha chiesto a Pat McGrath un maquillage capace di leggere in chiave futuristica la donna Dior portata in passerella per questa collezione per l’inverno 2013. La celebre make up artist ha reinterpretato un classico del trucco anni ’50, il cat eye, in chiave nuova, utilizzando un eyeliner argento liquido e facendo partire una “virgola” dall’interno dell’occhio verso la palpebra mobile.

Sempre Pat McGath, questa volta per Lanvin, ha optato per look diversi: da una parte uno smokey eyes o sfumato o grafico, dall’altra focus sulle labbra colorate di rosso.

Ancora la McGath da Gucci, dove punta tutto sulla tonalità burgundy metallizzato, nuance vibrante, ultra pigmentata e coprente, che crea un seducente smoky eyes dalla linea asciutta e arrotondata.
Lo sguardo penetrante è reso severo dalla cancellazione delle sopracciglia, che sono state del tutto ossigenate, mentre sulle labbra un rossetto beige dal finish mat.

Infine due accenni al trucco più spettacollare e sopra le righe.

Il premio di make up più stravagante, va, come di consueto a Vivienne Westwood Red Label: guardare per credere.

Peter Philips per Chanel, invece, opta per una cascata di paillettes argentate utilizzata come un eyeliner e in grado di richiamare la luce presente nella collezione di abiti. Non è stata trascurata nemmeno la manicure ed è stato usato in anteprima lo smalto Le Vernis nel colore Elixir, un rosa antico saturo con sottotoni fuxia, già decretato come must have beauty per il prossimo inverno.

Avatar

Written by Monica

Perrier-Jouët d’artista

Fuorisalone 2013 a Porta Venezia