in

“Made in Italy”, iniziate oggi le riprese della nuova fiction Mediaset con Greta Ferro e Marco Bocci

Si intitola Made in Italy la nuova serie tv targata Mediaset, dedicata alla nascita della moda italiana negli anni ’70. Una fiction che vuole raccontare un particolare momento della nostra storia, quello durante il quale gli stilisti nostrani sono riusciti ad affermarsi nel mondo.

Le riprese sono iniziate ufficialmente oggi a Milano. Made in Italy sarà la prima serie tv a narrare la nascita della moda italiana negli anni ’70. Le protagoniste della fiction, che andrà in onda su Canale 5 nel 2019 e che è coprodotta da Taodue Film e The Family per Mediaset (i cui diritti sono già stati venduti alla società francese Federation), sono Greta Ferro, modella affermata al suo debutto come attrice, e Margherita Buy, una garanzia nel nostro cinema.

Una fiction che detiene più di un record, non solo sarà la prima incentrata sul mondo della moda, ma gli attori avranno l’onore di indossare i costumi originali dell’epoca. I grandi brand in auge negli anni ’70, infatti, hanno messo a disposizione i propri archivi. Tra questi ci sono anche Albini, Curiel, Fiorucci, Krizia, Missoni, Valentino e molti altri. Oltre alle già citate Margherita Buy e Greta Ferro, il cast di Made in Italy vede alcuni volti amatissimi dal grande pubblico, tra cui Marco BocciValentina Carnelutti, Sergio Albelli, Giuseppe Cederna, Fiammetta Cicogna, Maurizio Lastrico e Saul Nanni. Alla regia ci sono Luca Lucini (Tre metri sopra il cielo, Oggi sposi, Nemiche per la pelle) e Ago Panini, filmaker pubblicitario tra i più affermati a livello internazionale. Dopo Milano, le riprese si sposteranno a New York, poi in Marocco. 

Made in Italy narra la storia di Irene, figlia di immigrati dal Sud che a metà anni ’70 per mantenersi agli studi risponde all’annuncio della rivista di moda Appeal. La giovane viene assunta: la sua vita ne verrà stravolta. Attraverso gli occhi della protagonista conosciamo le principali case d’abbigliamento, ma soprattutto i principali fenomeni di costume dell’epoca: il divorzio, le proteste giovanili, l’emancipazione delle donne, il terrorismo, la passione per la politica. Insomma tutti quei conflitti che hanno reso gli anni ’70 fondamentali per la storia dell’Italia.

Avatar

Scritto da Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Ferrari offerte di lavoro: le posizioni aperte in Italia

Belén e Corona al Costanzo Show: ballo sensuale, lui si impappina e fa una gaffe (FOTO)