Macef: irresistibili proposte per la tavola

L’82° Salone Internazionale della Casa ha raccontato nuovi e diversi stili secondo un’unica tendenza: ‘Abita, con gioia’

Conclusosi oggi, lunedì 22 gennaio, L’82° Salone Internazionale della Casa ha raccontato un nuovo modo di ricercare il lusso a tavola.
Tendenza e stile per un nuovo concetto di abitare dove, colore, armonia, eleganza e qualità danno gioia alle mura domestiche e trovano una sfavillante interpretazione sulle tavole.
Feste quotidiane e cene di gala, servizi e accessori fondamentali per acconpagnare ed esaltare pregiati manicaretti in ogni circostanza.

La primavera/estate IVV, ad esempio, veste la tavola di colori. Un racconto di un “giardino inventato” esuberante ed esotico colto al suo risveglio.
Il vetro accresce il proprio fascino con personalità dagli spunti cromatici affascinanti. Verdi e marroni, in tutte le loro sfumature, evocano prati e foreste rigogliose in attesa che dei colori accesi dell’estate, dal fucsia al glicine, dall’arancio agli acidi.
Una collezione ricca e articolata, dove la perfetta armonia di proporzioni e di volumi, gioca con le rivisitazioni di foglie giganti, sagome floreali e arbusti in vetri soffiati ad arte.

La scoperta del nuovo firmato d’Ancap, invece, unisce i servizi storici a rivisitazioni moderne come il Milano Centrale in bianco e nero.
Inediti spazi di luce ed ombra, esaltazione della tradizione e soprattutto libertà interpretativa di uno stile inimitabile con il risultato di avere sulla propria tavola abbinamenti arditi e sempre adatti all’estro del momento.
Black & White, il non colore, fa la differenza tra scontri cromatici convivendo e interscambiandosi regalando così purezza e minimalismo per un effetto di decisa eleganza.

Anche per Cierre la tavola è componibile. La vera novità è firmata da Terri Pecora e si chiama “Food Chain”. La designer americana rivisita un servizio bianco con un approccio ironico affincando eleganti tratti raffiguranti la catena alimentare con pezzi in tinta unita, ma dai colori pieni e decisi.

Quando si parla di tavole di gran classe, non si può non pensare ai bicchieri. Che sia una cena formale o una pizza fra amici, che sia un Brunello o una birra, il calice giusto fa la differenza.
Freelife con la collezione Enotecnica pensa a soddisfare tutte le esigenze con una serie di calici da degustazione unica.
Dimensioni perferrte, praticità e trasparenza di cristalli perfetti. Per la primavera/estate 07 non solo vino, ma anche distillati, birre e acqua avranno l’esaltazione del sè.

Le posate sono sinuose e raffinate così come le propone la nuova collezione di Lagostina.
Flou, firmata dalla designer Agnes Descamps, è una serie completa di posate dalle linee morbide, flessuose e aggraziate.
All’estetica curata aggiungono maneggevolezza e funzionalità divenendo così un dettaglio irresistibile per la tavola.

Per terminare con ciò che in una casa non dovrebbe proprio mancare, vi segnaliamo i vassoi della linea Geometrie della Richard Ginori 1735.
Bolle di cristallo, soffiata a bocca, spianata a mano, incisa e lucidata e come risultato: sorprendenti, luminose e affascinati sculture di ghiaccio.

Avatar

Scritto da Redazione

Lascia un commento

“Best Cruise Ships in the World”: sono le navi Celebrity Cruises

Riva protagonista al Boot 2007 di Düsseldorf