Luxury & Yachts secondo Carla Baratelli

La V edizione affidata all’architetto e al suo Studio Asia

Si sono aperti i battenti della V edizione del Luxury & Yachts a Verona.
Una settimana di lusso e tendenze dell’esageratamente bello raccontate da un Salone addobbato a festa.
Dal 10 al 18 febbraio la direzione artistica della kermesse organizzata da Luciano Coin e dedicata al mondo del lusso e del desiderio è stata affidata all’Arch. Carla Baratelli e al suo team di Studio Asia, moderno, cool, giovane e dinamico.

Allestimenti degli spazi compatibili con il mondo dell’esclusività dove, bello, sogno e possibilità di realizzarlo convivono e si amalgamano.

Proiezioni interattive, giochi di luce, materiali insoliti ed esclusivi uniti a decorazioni floreali tra voglia di rivoluzionare gli schemi, ma con un occhio puntato sul passato, in una costante pulsione tra classico e moderno.
Sapori e sensazioni sapientemente accostati sapranno guidare il visitatore in un mondo unico, quasi magico, alla scoperta di quanto più bello ed insolito oggi il mercato è in grado di offrire.

3 diversi settori per tipologia di appartenenza: Luxury & Yachts, Luxury Perfume, Yachting Gourmet, ai quali si accostano altri padiglioni senza denominazione specifica, ma altrettanto strutturati.

I colori predominati sono il bianco e nero.
Moquette e pareti nere come a voler racchiudere in un contenitore un oggetto prezioso esaltando al massimo l’atmosfera teatrale, elitaria, elegante e ricercata fin dall’ingresso principale.
Talamoni dell’Arena di Verona e cascate di fili color oro impreziosiranno le pareti in contrasto con il bianco de i portali degli stand.

Gli ingressi sono tutti scenografici così come le gallerie di collegamento diventando il palcoscenico di installazioni diverse: una di stile classico, una più d’avanguardia e l’ultima di stile contemporaneo.

Una fiera del lusso in cui ogni angolo ha da raccontare qualcosa, dove i colori e i materiali diventano attori principali sul palcoscenico del bello.
Opere e strutture dell’Arena di Verona, busti di gesso della gipsoteca storica Fumagalli e Dossi, Aldabra per l’illuminazione scenografica, Antolini per i marmi, Bisazza per i mosaici, Pierantonio Bonacina per gli arredi in midollino, Viva il verde per composizioni floreali, Cariboni Fivep per i baffi di luce sulle pareti delle gallerie, Altair per le proiezioni interattive, Stone Italiana per il grande rinoceronte in mosaico che accoglie i visitatori all’ ingresso e Lagart per le installazioni scultoree degli artisti.
Per Carla Baratelli il dettaglio è sogno toccato con mano, illuminato di luce propria e indimenticabile creatività funzionale e per questo innovativa ed esclusiva.

www.luxuryyachts.it

Avatar

Written by Redazione

Le emozioni della vela: intervista a Paolo Vianson

Portogallo e Hong Kong per Pershing