Luxottica-Essilor, fusione da 50 miliardi: nasce colosso degli occhiali di lusso

Luxottica-Essilor, siglata la fusione da 50 miliardi di euro: nasce un nuovo colosso degli occhiali di lusso

Fusione da 50 miliardi di euro per Luxottica e Essilor, colossi nella produzione di occhiali e apparecchiature ottiche. Ad anticipare la notizia è il Finacial Times spiegando che l’accordo verrà reso noto questa mattina, poco prima dell’apertura dei mercati.

Le nozze tra Luxottica ed Essilor segnano inevitabilmente la nascita di un nuovo colosso specializzato in occhiali di lusso ed apparecchiature ottiche: stando alla news offerta in anteprima dal Financial Times, dalla fusione delle due multinazionali – la prima italiana e la seconda francese – nascerà un gruppo con capitalizzazione da 50 miliardi di euro, il cui maggior azionista sarà Leonardo Del Vecchio con il 30% delle quote. La celebre testata economica riferisce anche che Del Vecchio diventerà Presidente esecutivo della società mentre Hubert Sagnieres, amministratore delegato di Essilor, ricoprirà la posizione di vice Presidente: la società sarà quotata a New York.

La fusione tra Luxottica ed Essilor fa nascere così un gruppo da 130mila dipendenti e 14 miliardi di euro di vendite complessive, una vera e propria spinta per il settore degli occhiali. L‘industria degli occhiali e delle apparecchiature per la vista, infatti, ha già di per sé – vantando un mercato da 90 miliardi di euro – prospettive decisamente positive. L’aumento demografico, registratosi soprattutto in Asia, ha infatti innalzato il numero di persone che necessitano di lenti correttive e/o occhiali per vedere al meglio: stando alle stime, dei 2,6 miliardi di persone che ne hanno necessità, solo 1,9 miliardi ne sono già in possesso. Questi dati, quindi, fanno pensare che – entro il 2020 – il settore possa avere una crescita sino al 2%.

Foto: Luxottica/Facebook

Rebecca Fassone

Scritto da Rebecca Fassone

Jimmy Kimmel

Jimmy Kimmel come Maria De Filippi conduce quasi gratis gli Oscar 2017

blue-monday-2017

Blue Monday 2017: significato di una bufala pseudo scientifica