Lusso in borsa nel 2014, da Armani a Kartell

I brand più quotabili
Il 2014 potrebbe essere un anno ricco di debutti in borsa per le aziende italiane del lusso.

La ricerca “Le Quotabili 2013”, ottava edizione dello studio annuale realizzato da Pambianco Strategie di impresa, ha individuato i brand made in Italy legati al mondo del fashion e del design che hanno le carte in regola per quotarsi in Piazza Affari.

Tra le 50 case di moda selezionate, la top 3 è occupata da Giorgio Armani, Gruppo Ermenegildo Zegna e Dolce&Gabbana, mentre Kartell, Flos e B&B Italia salgono sul podio delle 15 società di arredamento pronte a sbarcare sul listino azionario italiano in un orizzonte temporale di 3/5 anni.

Le 65 aziende analizzate porterebbero in Piazza Affari 26,1 miliardi di euro di capitalizzazione in più, cioè quasi il doppio di quella attuale, che si attesta sui 29,7 miliardi.

Prima di vedere quello che succederà l’anno prossimo a Palazzo Mezzanotte a Milano, il 2013 è pronto a chiudersi con un debutto in borsa che si preannuncia con il botto, quello di Moncler, atteso per il 16 dicembre.

Avatar

Written by Chiara

Cinquanta sfumature, il primo bacio sul set

Grammy 2014, le nomination